SCEGLI IL CAMPIONATO

CookiesAccept

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Calcio Femminile: stop casalingo per il Catania, il derby va alla Ludos Palermo

clLa Ludos Palermo vince il derby di Sicilia battendo il Catania per 5 reti a 3 nella settima giornata di campionato. Cambia quindi la classifica per le rossoazzurre che si vedono superare da Audax e Nebrodi ora avanti di tre lunghezze.

Mister Scuto opta per un  3-4-2-1 e schiera dal primo minuto Musumeci tra i pali, Gambino, Maggio, Morillo in difesa,  Calanna, Di Mauro, Salvoldi e Zappalà a centrocampo, Guardino e Ndiongue sulla tre quarti e Coco prima punta.

La Ludos mette subito in chiaro le proprie intenzioni e mostra sul campo un’organizzazione migliore del proprio gioco frutto anche di una maggior esperienza della rosa che costringe il Catania a subire le azioni più nitide della prima frazione. Il vantaggio è infatti delle ospiti che trovano il goal su rigore trasformato da Gaaliche per poi trovare il raddoppio nel giro di poco con Buttaccio lasciando le rossoazzurre in balia di qualche errore di troppo. Il Catania però ha qualche colpo nel suo arco e da un’azione ben gestita da Diana Coco trova la rete che riapre il match. Il primo tempo però subirà un ulteriore variazione con la terza marcatura delle ospiti che questa volta con Dragotto portano il parziale sull’1 a 3.

Nel secondo tempo la strigliata del coach Scuto sembra portare i suoi frutti e le padrone di casa trovano ben due reti con Guardino prima e Manno poi che rimettono le cose in equilibrio. La gara sembra del tutto riaperta e le due formazioni se la giocano a viso aperto, il Catania però perde un pò di convinzione con il passare dei minuti e subisce l’offensiva della Ludos che su punizione battuta da Buttaccio torna in vantaggio per poi chiudere definitivamente i conti poco dopo ancora con Dragotto che segna l’ultima delle otto reti di questo derby.

“Una gara che ha sicuramente tanto da dirci sotto il profilo tecnico e mentale, - commenta Mister Scuto a fine gara, - paghiamo sicuramente un divario di esperienza a livello fisico ma soprattutto di testa che in queste ultime gare ha reso più complicato fare risultato. Abbiamo giocato bene nel secondo tempo ma nel primo qualcosa in più poteva essere fatto. Loro avevano quel quid che a noi mancava e che ha fatto la differenza. Adesso andiamo incontro a due sfide importanti e complicate, Roma e Acese, ma sono convinto che nonostante le difficoltà di queste ultime uscite il gruppo può fare bene e rimanere con la testa sull’obiettivo della stagione che resta la salvezza.”

Ufficio stampa Catania calcio femminile

 

primi sui motori con e-max.it

Statistiche

gol-pallone-in-rete.jpg