SCEGLI IL CAMPIONATO

CookiesAccept

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Catania Femminile: Sconfitta esterna contro la Roma, ma buona gara delle rossoazzurre

CataniaSconfitta esterna contro la Roma, ma buona gara delle rossoazzurre

Il match contro la prima della classe si chiude con un risultato ampio ai danni del Catania che nonostante la sconfitta gioca una buona gara in casa delle capitoline intenzionate a mantenere solido il primato.

Mister Scuto opera qualche modifica nella formazione dovendo fare a meno di Maggio squalificata e schiera ben nove minorenni in campo con Musumeci tra i pali, difesa a tre con Furno, Di Mauro e Ndiongue, centrocampo a quattro con Salvoldi, Gambino e Calanna centrali, Navarria sulla sinistra, Guardino dietro le punte e Coco e Manno duo di attacco.

I primi dieci minuti del primo tempo regalano una bella gara con le ospiti che tengono testa alla Roma riuscendo a sostenere il buon ritmo e un risultato di parità. Intorno al quarto d’ora la bomber Vukcevic colpisce un palo e lancia il primo campanello d’allarme alla difesa rossoazzurra che da quel momento risente della pressione e si lascia intimorire dalle intenzioni ovviamente aggressive delle giallorosse. Arrivano cosi le tre reti che mettono il sigillo sul risultato favorevole alle capitoline, un 3 a 0 con cui si va agli spogliatoi.

Nella ripresa il Catania però rientra in campo più convinto, e costruisce un paio di occasioni promettenti smorzate dalla difesa di casa che si trova a dover contenere i tentativi delle ospiti. Non mancano le azioni rossoazzurre che più di una volta hanno l’opportunità di accorciare le distanze e rendere meno amaro il risultato. La Roma però tiene bene alle iniziative del Catania e aspetta il momento buono per colpire con l’ultima delle marcature che mette definitivamente in cassaforte il risultato e i tre punti.

“L’unica cosa negativa di questa gara è il risultato, - dichiara Mister Scuto al termine del match, - abbiamo giocato bene per i primi dieci minuti ma poi è subentrata la paura e la consapevolezza di un divario tra le due squadre, questo atteggiamento ci ha penalizzati nel corso del primo tempo ma nella ripresa, nonostante il risultato contrario, le ragazze hanno reagito bene proponendo il nostro gioco e cercando di fare comunque la propria partita. Sicuramente dobbiamo imparare a tenere i ritmi per i 90’ e non concentrare forze e volontà in pochi sprazzi ma da partite impegnative come questa possiamo solo che imparare per poi cercare di giocarcela al meglio con le altre squadre dove fare punti diventa fondamentale per la nostra salvezza.”

Le altre della Serie B non deludono, le prime sette formazioni del girone vincono e mantengono la propria posizione, il Catania resta dunque a quota 7 punti alle spalle del Nebrodi con ancora un altro scontro diretto da giocare, la prossima settimana in casa contro l’altra siciliana, l’Acese.

Ufficio stampa Catania calcio femminile 

 

primi sui motori con e-max.it

Statistiche

pallone_calcio1_web--400x300.jpg