SCEGLI IL CAMPIONATO

CookiesAccept

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Coppa Italia Femminile: Acese – Catania 4 a 1

Coppa Italia: Acese – Catania 4 a 1

Catania logoTermina con un 4 a 1 la gara di ritorno del primo turno di Coppa Italia con le rossoazzurre impegnate in casa dell’Acese. Una doppia sconfitta che esclude le etnee dal torneo ma il risultato numerico racconta ben poco di una squadra che ha invece dimostrato crescita e potenziale, tutte buone premesse quando mancano meno di due settimane all’avvio del campionato di Serie B.

Mister Scuto decide di puntare sulle giovani leve rossoazzurre e schiera una formazione con età media pari a 16 anni, il vivaio del Catania continua a mostrare ottime cose nonostante il divario di esperienza. Nell’undici titolare figurano Musumeci in porta, difesa a tre con Tomasello, Maggio e Furno, linea di centrocampo a 4 con capitan Calanna, Di Mauro, Lombardo e Salvoldi, al suo debutto stagionale insieme all’attaccante Zappalà, Ndiongue sulla tre quarti e Coco prima punta.

Nella prima frazione le due formazioni tengono l’equilibrio sia nel punteggio che nel gioco espresso in campo. Le etnee peccano di qualche errore in impostazione ma riescono a sventare i pericoli costruiti dall’Acese per gran parte dei 45’ minuti regolamentari. Sul finire del primo tempo il risultato si sblocca e la rete che battezza la partita è proprio delle ospiti rossoazzurre. Un’incursione di Ndiongue nella difesa di casa si trasforma nell’assist perfetto per Coco che si fa trovare pronta all’appuntamento con la rete e sigla l’1 a 0 per il Catania. Il vantaggio però dura poco e dopo sei giri d’orologio le padrone di casa trovano il pari riuscendo a chiudere il 1° tempo in equilibrio.

Nella ripresa il Catania subisce un calo di concentrazione e contro una formazione più esperta gli errori hanno la tendenza a trasformarsi in svantaggio. Arrivano così i successivi tre sigilli dell’Acese, tutti su azioni di contropiede, con le firme di Privitera e Giuliano. La difesa rossoazzurra si fa trovare scoperta e nulla può contro il talento e la concretezza dell’attacco avversario.

Tutto sommato soddisfatto Mister Scuto che dichiara: “In questa partita ho voluto schierare una formazione molto giovane con l’intento di dare minutaggio alla rosa e di iniziare a far vivere le gare alle ragazze che devono ancora crescere e maturare dal punto di vista della pressione sul campo e dell’esperienza. Sono contento di quanto fatto dalle mie ragazze perchè nonostante il forte divario rispetto agli avversari, abbiamo giocato una buona gara e un miglioramento rispetto al match di andata è già visibile. Dobbiamo farci le ossa e accumulare esperienza di volta in volta, c’è ancora tanto lavoro da fare ma sono ottimista e fiducioso perchè credo fortemente in questo gruppo.”

Con questi presupposti il Catania attende il debutto in Serie B previsto per il 5 Ottobre contro la Femminile Nebrodi.

 

primi sui motori con e-max.it

Statistiche

gol-pallone-in-rete.jpg