images/joomleague/2011/Valle del Mela/IL VALLE2 [640x480].JPGSolo un pareggio per il Valle nello scomodo ed al limite, forse oltre, della normalità del comunale di Itala al termine di una partita che ha visto costantemente gli ospiti a tentare la via della rete ed i locali a difendere il goal segnato nelle prime battute di gara. L’Itala infatti ha centrato il bersaglio subito, al primo vero tentativo grazie ad un bel colpo di testa di Aricò e da quel momento ha badato solo a non prenderle affidandosi solo a sporadici tentativi in contropiede di Bellinghieri. Da parte loro i tirrenici hanno avuto la colpa di aspettare troppo prima di torchiare i padroni di casa anche se anche la sfortuna li ha un po’ fermati. Basti pensare alla conclusione di Currò che in virtù della peggiore legge balistica, ha colpito prima il palo interno alla sinistra di Barbera per poi fare altrettanto con quello destro e concludere quindi la sua traiettoria verso il centro del campo.

{xtypo_rounded2}

NON RIESCE IL RIBALTONE AL VALLE

ITALA-VALLE 1-1

Reti:p.t.5’ Aricò,s.t. 32’Currò(rig.).

ITALA:Barbera, Benone, Panarello, Foti(s.t.14’Iannino), D’Angelo, Di Bella, Bellinghieri, Buongiorno(s.t.41’Cannaò), Aricò, Libro, Busà(p.t.33’Codraro). All.Aricò.

VALLE: Torre, Mendolia, Giacobello(p.t.40’ Spadaro A.), Pollicino (s.t.25’Conti), Spadaro M., Corso(s.t.32’ Manco), Cordici, Filorimo, Russo, Giordano, Currò.All.Scibilia.

Arbitro Restuccia(ME)

images/joomleague/2011/Valle del Mela/IL VALLE2 [640x480].JPGSolo un pareggio per il Valle nello scomodo ed al limite, forse oltre, della normalità del comunale di Itala al termine di una partita che ha visto costantemente gli ospiti a tentare la via della rete ed i locali a difendere il goal segnato nelle prime battute di gara. L’Itala infatti ha centrato il bersaglio subito, al primo vero tentativo grazie ad un bel colpo di testa di Aricò e da quel momento ha badato solo a non prenderle affidandosi solo a sporadici tentativi in contropiede di Bellinghieri. Da parte loro i tirrenici hanno avuto la colpa di aspettare troppo prima di torchiare i padroni di casa anche se anche la sfortuna li ha un po’ fermati. Basti pensare alla conclusione di Currò che in virtù della peggiore legge balistica, ha colpito prima il palo interno alla sinistra di Barbera per poi fare altrettanto con quello destro e concludere quindi la sua traiettoria verso il centro del campo. Va detto subito che non è stata una bella partita per demerito di ambedue le formazioni: i locali erano stati fin troppo caricati dal tecnicò Aricò, stranamente nervoso oltre il lecito, i ragazzi di Scibilia, dal loro canto hanno pagato un approccio forse non ideale al tipo di gara. Fatto sta che il gioco ha latitato per lunghi tratti e solo il Valle ha cercato le geometrie mentre l’Itala, anche perché in vantaggio, ha pensato solo a rintuzzare ciò che gli ospiti proponevano. Così a centrocampo erano gli scontri più cruenti mentre i portieri erano poco impegnati. Toccava però a Barbera dover vigilare per l’intera gara mentre Torre, dopo la rete subita, risultava inattivo. Si parte dunque con l’immediato vantaggio dei locali: punizione di Libro dalla destra, dal lato opposto, libero di colpire di testa Aricò e pallone che si insacca. Accusa il colpo il Valle e solo le invettive di Scibilia svegliano un complesso che appare lontano parente di quella squadra spigliata vista all’opera ultimamente. Ci vuole quindi un po’ perché gli ospiti prendano il comando dei ritmi anche se Currò e Russo restano sempre una spina nel fianco della difesa di casa. Le opportunità di pareggiare ci sono e la migliore la sciupa Currò quando, 35’, colpisce di testa a colpo sicuro alzando però la mira. Nella ripresa la strigliata del mister Scibilia sortisce gli effetti ed il Valle è dominatore del campo e le azione nell’area avversaria fioccano e Barbera in più occasione deve darsi da fare. In altre sono le mischie ed i batti e ribatti a salvarlo e poi, quando il pareggio sembra cosa fatta quella stranissima traiettoria assunta dal pallone sulla conclu/images/joomleague/2011/Valle del Mela/CURRO' TRASFORMA IL RIGORE [640x480].JPGsione di Currò. Il Valle però insiste e Restuccia non può esimersi dall’indicare il dischetto quando il pallone di Currò è stoppato da un difensore con ambedue le mani. Dal dischetto è lo stesso attaccante a spiazzare il portiere (foto a destra). Gli ospiti adesso vogliono la vittoria mentre i locali arretrano temendo il peggio. Conti è fulmineo nell’avventarsi sul passaggio di Cordici ma Panarello lo stende vistosamente: l’insufficiente Restuccia mostra tutti i suoi limiti, anche psicologici, e lascia correre su un episodio che anche i padroni di casa, quelli sportivi, non hanno incertezze nel definire rigorissimo. Il Valle insiste, Russo e Currò cercano ancora la via del goal ma non sono fortunati. Finisce in parità, il Valle torna a tre punti dalla vetta mentre l’Itala mantiene qualche possibilità per i play-off.

Nino La Rosa

{/xtypo_rounded2}

Pin It

Login Form

© 2019 Nebrodisport
Joomla Templates by JoomZilla.com
Back to Top