Still1008 00000Per la seconda giornata del girone C di Prima Categoria, al Comunale di Castell'Umberto si affrontano Sfarandina e Valle del Mela, alla ricerca dei primi punti in campionato, dopo le sconfitte rimediate, rispettivamente contro Orsa e Aquila Bafia.
Le due squadre si presentano con il classico 4-4-2. Nella formazione locale si evidenzia, in difesa la presenza di Cono Genova, giocatore autoritario e dai piedi buoni, a centrocampo quella di Mignacca, geometra del centrocampo sfarandino, dotato di una notevole visione di gioco. In attacco Mister Conti schiera la ben amalgamata coppia Nibali-Salpietro, il primo attaccante boa, il secondo agile contropiedista, allo scopo di mettere in costante apprensione la difesa avversaria.

{xtypo_rounded2}

PAREGGIO SOPORIFERO TRA SFARANDINA E VALLE DEL MELA

SFARANDINA 1 VALLE DEL MELA 1
Marcatori: Salpietro (S) al 3'; Santoro (V) al 40'

Pre-partita
Still1008 00000Per la seconda giornata del girone C di Prima Categoria, al Comunale di Castell'Umberto si affrontano Sfarandina e Valle del Mela, alla ricerca dei primi punti in campionato, dopo le sconfitte rimediate, rispettivamente contro Orsa e Aquila Bafia.
Le due squadre si presentano con il classico 4-4-2. Nella formazione locale si evidenzia, in difesa la presenza di Cono Genova, giocatore autoritario e dai piedi buoni, a centrocampo quella di Mignacca, geometra del centrocampo sfarandino, dotato di una notevole visione di gioco. In attacco Mister Conti schiera la ben amalgamata coppia Nibali-Salpietro, il primo attaccante boa, il secondo agile contropiedista, allo scopo di mettere in costante apprensione la difesa avversaria.
Dall'altra parte il Valle del Mela si presenta con una squadra profondamente rinnovata e piena di giovani, guidati dall'esperienza di Zarzaca, cui compete il doppio ruolo di allenatore e giocatore faro del centrocampo

LA CRONACA DELLA PARTITA
PRIMO TEMPO MINUTO PER MINUTO
3' Perfetto lancio di Mignacca, Salpietro si trova a tu per tu con il portiere Costa e non sbaglia, insaccando con un perfetto rasoterra angolato
8' Fermato Salpietro in dubbio fuorigioco
10' Colpo di testa di Carcione G. sugli sviluppi di una punizione di Mignacca, niente di fatto.
13' Azione personale di Nibali, che entra in area e tenta di superare il suo diretto avversario, il quale tocca la palla con una mano. Sembra rigore netto, ma l'arbitro, tra lo stupore dei tifosi della Sfarandina, lascia correre
34' Punizione di Piccolo dall'estrema sinistra: perfida traiettoria, solo all'ultimo il portiere Galvagno riesce a smanacciare, deviando in calcio d'angolo
40' Ancora punizione di Piccolo, tiro angolato, Galvagno riesce ancora ad arrivarci ma non trattiene. Carcione G, invece di rinviare, tentenna. Ne approfitta Santoro che, in scivolata, con grande opportunismo, pareggia i conti
43' Mignacca raccoglie una ribattuta della difesa avversaria, stoppa elegantemente e tira, indirizzando verso l'angolino, para Costa.
45' Sugli sviluppi di un calcio d'angolo colpo di testa di Manera C., respinge un difensore avversario sulla linea di porta

Il tempo di un tè e si riparte
Nella ripresa Mister Conti adotta delle correzioni, ripresentando la sua Sfarandina con un 3-5-2 un po' più spregiudicato. La soluzione, almeno inizialmente, si rivela però poco efficace perché gli esterni sulla fascia spingono poco e male. Il Valle del Mela, invece, si limita a difendere il pareggio. Così ci sono pochissimi episodi da rilevare, e la partita, giocata prevalentemente a centrocampo, si fa anche nervosa, spigolosa e scorbutica, anche a causa del mediocre arbitraggio di Saia, della sezione di Palermo, che con i suoi errori penalizza soprattutto la formazione locale. Negli ultimi minuti la partita si vivacizza un po' per merito dell'intraprendenza della Sfarandina che si butta all'attacco in un disperato forcing finale, tentando in ogni modo di ottenere i tre punti.

SECONDO TEMPO MINUTO PER MINUTO
72' Passaggio filtrante di Nibali per Salpietro, pregevole pallonetto, la palla sembra entrare ma un rimbalzo beffardo la fa sbattere sulla traversa
75' Tiro pericoloso di Mignacca, ribatte Costa, la palla va a finire sui piedi di Carcione V. , ma l'estremo difensore del Valle del Mela è ancora miracoloso e salva il risultato
81' Punizione di Nibali che mette in mezzo, testa di Salpietro, fuori
84' La partita si fa nervosa nel finale. Carcione V. e Piccolo vengono quasi alle mani, e sono entrambi ammoniti dall'arbitro Saia
86' Rovesciata volante di Carcione V., tiro fuori di un soffio

Le riflessioni dei tecnici
A fine partita l'allenatore di una sfortunatissima Sfarandina si dice soddisfatto della prova dei suoi, ma rammaricato per il fatto di essere stato punito dall'unica azione veramente pericolosa degli avversari. Dall'altra parte Mister Zarzaca elogia la prova di cuore dei suoi giocatori, ammettendo il fatto che la sua squadra non è ancora al meglio a causa delle tante assenza, ma professandosi ottimista per il prosieguo del campionato.

Impressioni al tramontar del sole
L'impressione avuta dal campo è che, comunque, sia la Sfarandina che il Valle del Mela non possano ambire a un campionato di vertice, e possano aspirare al massimo a una tranquilla e serena salvezza.

LE PAGELLE

SFARANDINA
Galvagno 6 Inoperoso per lunghi tratti della partita, riesce sempre a farsi trovare pronto nelle occasioni in cui viene chiamato in causa

Manera C. 6 Spinge meno rispetto al collega della fascia opposta, mantenendo sempre la posizione e non rischiando mai nulla

Cono Genova 7 Spazza i palloni pericolosi dalla sua area con autorità e decisione. E all'occorrenza si trasforma in regista difensivo, impostando le azioni da dietro e mostrando una buona tecnica, inusuale per un difensore della sua categoria

Carcione G. 5 Sulle sue spalle grava l'errore che manda in gol gli avversari

Conti Nibali 6 Primo tempo d'attesa, nella seconda frazione spinge costantemente

Manera T. 5,5 Grinta da vendere ma anche troppo nervosismo che gli fa perdere lucidità nei momenti cruciali della partita

Mignacca 6 Metronomo del centrocampo. Prima frazione di grande autorità, cala alla distanza

Carcione V. 6,5 Comincia in sordina, ma alla lunga cresce diventando il padrone del centrocampo, e sfiorando il gol della domenica in rovesciata nella ripresa

Mosè 5.5 Prestazione sottotono. Non supera mai l'avversario e non si rende mai pericoloso (dal 59' Pruiti Ciarello s.v.)

Nibali F. 6,5 Vera e propria boa della squadra di casa, con i suoi passaggi filtranti e le sue sponde manda sempre in porta i compagni. Inesauribile.

Salpietro 7 Attaccante molto agile, per tutta la partita tiene in costante apprensione la difesa avversaria. Segna dopo pochi minuti e ha almeno due-tre occasioni per raddoppiare, in una delle quali colpisce una traversa con un pregevole pallonetto
Allenatore: Conti 6,5 Il tecnico della Sfarandina prepara bene la partita, motivando i suoi nel giusto modo. La vittoria non arriva solo per sfortuna, ma il gioco c'è

VALLE DEL MELA
Costa 7 Il migliore dei suoi. Sventa molti tiri pericolosi con i suoi tuffi plastici

Cocozza 6 Spinge poco ma dal suo lato il diretto avversario Mosè non passa mai

Bonina 5,5 Un paio di interventi sciagurati, soprattutto nella ripresa, permettono agli avversari di concludere a rete

Filorimo 6 Partita di ordinaria amministrazione senza nessuna sbavatura
Cambria 6 Parte da terzino per poi passare a esterno di centrocampo. Senza infamia e senza lode.

Bella 5,5 Si batte e si danna senza alcun risultato. Non riesce mai a creare superiorità numerica
Capone 6 Bene in fase di rottura del gioco, un po' meno quando deve impostare

Zarzaca 6,5 Cuore di capitano, riesce con l'esperienza a far uscire i suoi dai momenti difficili della partita

Piccolo 6 Da una sua punizione nasce il gol del pareggio. Nel secondo tempo partita di sacrificio: protegge molti palloni procurandosi altrettanti falli che fanno respirare i suoi
Spadaro sv si fa male dopo pochi minuti (dal 25' Micalizzi 5,5 Va a fare il terzino sinistro. Tanto impegno ma difetta molto in fase d'impostazione)

Santoro 6 Fino al gol non vede quasi mai la palla. Poi da opportunista pareggia i conti per i suoi (dal 88' Terrizzi s.v)

Allenatore: Zarzaca 6,5 Allenatore- giocatore, canta e porta la croce. Il Valle del Mela non è ancora al meglio, ma è soprattutto merito suo se la squadra reagisce nei momenti più difficili della partita, riuscendo a portare a casa un buon pareggio.

Arbitro: Saia 5 Tanti errori che svantaggiano soprattutto la squadra di casa e fanno inevitabilmente innervosire la partita.

Marco Adornetto

Andrea Gaudio

{/xtypo_rounded2}

 

Pin It

Login Form

© 2019 Nebrodisport
Joomla Templates by JoomZilla.com
Back to Top