{xtypo_rounded2}

ASPRA -  ARCONIDE TUSA 1– 0

ASPRA:  Militello, Cacciatore, Di Salvo(Leduisi dal 65°), Ingenio, Lo Medico, Cavalluzzi, Balistreri(Barba dal 55°), Persico, Bracco, Grigli, Quartuccio(Morana dal 62°). All. Lo Piparo

ARCONIDE TUSA: Bellone, Casto, Miceli T., Lidestri, Di Maggio (Grillo Seby dal 76°), Cascio, Tudisca Salv.(Cangelosi A. dal 46°), Pecoraro, Mazzara, Patti, Tudisca Sab.(Alfieri dal 81°)

all. Vitale C.

Arbitro Ramondino Fabrizio sezione Palermo

nel Tusa : ammoniti Patti, Tudisca Sab.

Impresa sfiorata per l'Arconide Tusa che, al cospetto della capolista Aspra, in una gara ben diretta dall'arbitro Ramondino, dopo aver sfiorato, addirittura, in più di un occasione la rete per passare in vantaggio, ha subito a venti minuti dal termine il gol-vittoria dei locali. Stavolta la rete subita non ha demoralizzato i tusani che hanno continuato ad attaccare sino al fischio finale andando vicini al pareggio, ma attacchi risultati poi vani perché il punteggio è rimasto invariato. Per la capolista la conferma di essere una squadra forse poco spettacolare ma decisamente cinica, capace di aver approfittato dell'unico vero errore degli ospiti per far proprio l'incontro. Non era di certo questa la partita nella quale la squadra di Vitale & Prinzi doveva cercare i punti salvezza ma c'è stato al fischio finale molto rammarico perché effettivamente i tusani non meritavano la sconfitta ricevendo, infatti, i complimenti dalla capolista ma portando ancora a casa zero punti. "Non posso rimproverare niente alla squadra, i ragazzi hanno dato tutto quello che avevano reagendo bene anche dopo la rete subita" ha detto mister Vitale alla fine del match. Ma un solo punto negli ultimi quattro incontri ora ha risucchiato la squadra nei bassifondi della classifica.

O.C

{/xtypo_rounded2}

Pin It

Login Form

© 2019 Nebrodisport
Joomla Templates by JoomZilla.com
Back to Top