CookiesAccept

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Articoli

A Imola il team Antonelli Motorsport porta a casa dei punti importanti per il gran finale del Mugello

Kasai Desideri 600x400Bologna, 26 settembre 2016. Analizzando il weekend di Imola, sesto e penultimo appuntamento del Campionato Italiano Gran Turismo, ciò che ne emerge per il team Antonelli Motorsport è un bilancio sicuramente in parte positivo.

Cominciando dall’impegno nella Super GT3, che ha visto ancora una volta protagonista l’equipaggio composto da Riccardo Agostini ed Alberto Di Folco, che affrontavano questa importante trasferta reduci dalla seconda vittoria della stagione ottenuta a Vallelunga due settimane prima e consapevoli di dovere ambire esclusivamente a portare a casa più punti possibili, considerando il grosso handicap in tempo da dovere scontare nei pit-stop delle due gare ed in vista del gran finale del Mugello, dove si assegnerà il titolo.

Obiettivo centrato per il binomio del team Antonelli Motorsport, che in Gara 1, dopo che Agostini era riuscito a fare segnare nelle qualifiche il sesto responso assoluto, ha confermato con la Lamborghini Huracán GT3 la stessa posizione. Ancora meglio sono andate le cose domenica, dal momento che prima Di Folco, autore dello “stint” di guida iniziale e quindi lo stesso Agostini si sono resi protagonisti di un’eccellente rimonta che gli ha permesso di chiudere quinti, confermandosi anche terzi in classifica, a 20 punti dalla leadership (ma con il gioco degli scarti da considerare) e due gare ancora disputare.

Per ciò che riguarda la Super GT Cup, dopo il terzo posto conquistato sabato da Matteo Desideri e Takashi Kasai, alternatisi al volante della Lamborghini Huracán Super Trofeo della squadra emiliana, in Gara 2 per loro è arrivato un sesto posto. Anche se l’italiano ha momentaneamente perso la leadership del campionato, al Mugello i punti da recuperare saranno anche in questo caso 20 (40 il bottino massimo per le due gare toscane), sempre senza considerare i vari scari.

Ottima la condotta dell’altro binomio formato da Loris Spinelli (nella Q1 autore del secondo miglior tempo ad un decimo dalla pole proprio davanti a desideri) e Piero Necchi. Dopo il quarto posto messo a segno nella prima gara, in Gara 2 per loro si è concretizzato un buon quarto posto. Bene hanno fatto anche Pietro Negra ed il giovane Kikko Galbiati, in Gara 1 ottavi e ieri settimi al traguardo. Dopo il settimo posto di sabato, Pierluigi Alessandri e Massimo Mantovani hanno nuovamente concluso nella “top 10” chiudendo a loro volta noni.

Nell’Italian F.4 Championship powered by Abarth, che per l’occasione giungeva anche esso al penultimo appuntamento del calendario, il “rookie” Federico Malvestiti in Gara 2 è stato autore di una condotta straordinaria che lo ha portato ad inserirsi a metà classifica centrando un più che lusinghiero 14° piazzamento, dopo che in Gara 1 (sabato) aveva concluso 20° dimostrando una netta e costante progressione. In Gara 3 il pilota del team Antonelli Motorsport ha infine concluso 23°.

Il prossimo impegno nel fine settimana del 15 e 16 ottobre sui saliscendi toscani, per l’atto conclusivo del Campionato Italiano Gran Turismo, mentre la F.4 tricolore si concluderà il 30 ottobre a Monza.

 

primi sui motori con e-max.it

Statistiche

pallone.jpg