Risultati Prima D

Classifica Prima D

# Squadra G PTS
1 Valdinisi 26 70
2 A. Messina 26 62
3 Calatabiano 26 54
4 Pro Mende 26 41
5 Juvenilia 26 37
6 Zafferana 26 31
7 Monforte 26 28
8 Saponara 26 28
9 Duilia 81 26 28
10 S. Domen. 26 28
11 S. Alessio 26 27
12 Nike Giard. 26 26
13 Randazzo 26 24
14 Or.Sa. 26 22
Mostra Risultati e Classifiche
SCEGLI IL CAMPIONATO
PRIMA CATEGORIA GIRONE D

CookiesAccept

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

La Futura Brolo balza solitaria in testa alla classifica

{xtypo_rounded2}

LA FUTURA BROLO BALZA SOLITARIA IN TESTA ALLA CLASSIFICA

 

FUTURA 2 – INIZIATIVA 1

Marcatori: al 13’ Letizia (F), al 54’ Svezia (I), al 78’ Spinella ( F)

FUTURA BROLO 4-3-3  Domianello,  Triscari  Scaffidi  Letizia ( dal 48’ Vitale)   Condipodero B.,  Faustino   Masi (Svelti dal 56’)  Fazio,  Tuccio (Arasi dall’86’)  Spinella  Gioitta  All. Ricciardello

 

INIZIATIVA SAN PIERO PATTI 4-4-2   Sergio Svezia,  Ferlazzo   Giuttari  Cottone  Calderone,  Biondo (dal 86’ Muscarà)  Stefano Svezia  Santangelo  Leonaldi,  Genes  Cannizzo (dal 67’ A. Maiorana) All. Todaro

 

Il commento di Marco Adornetto

20121006 153118640La terza giornata del Campionato di Prima Categoria, girone C, propone tra i vari match in calendario un interessantissimo Futura Brolo- Iniziativa San Piero Patti.

La Futura, a punteggio pieno, giocando in casa ha un’occasione da non perdere per restare solitaria in vetta, visto anche il non facile impegno a Oliveri del Sinagra, che condivide con la formazione brolese il primato in classifica. L’Iniziativa, dopo aver incamerato i 3 punti nella partita casalinga, cerca il primo risultato utile in trasferta.

La squadra di Ricciardello si presenta in campo con un arrembante 4-3-3. In difesa l’affidabile coppia centrale Scaffidi-Letizia  è supportata sulle fasce da Triscari e Condipodero. A centrocampo dirige l’orchestra Masi, aiutato da Faustino e Fazio. Mentre in attacco si punta tutto sulla tecnica di Gioitta, la concretezza di Spinella e la velocità di Tuccio che dei tre è quello che dà più spesso una mano indietro, dimostrandosi molto utile anche in fase difensiva.

Mister Todaro schiera invece un 4-4-2 piuttosto offensivo, con una difesa piuttosto inedita rispetto a quella dello scorso campionato, e un centrocampo molto tecnico che può contare su entrambe le fasce sul genio e sulla sregolatezza di Biondo e Leonaldi. In attacco ad affiancare Cannizzo c’è lo sgusciante Gennarino Genes.

Nella prima frazione di gioco una Futura, scesa in campo con la giusta aggressività, non fa fatica a imporre il suo gioco contro un’ Iniziativa fin troppo timida, che fa fatica a contenere il vivace trio offensivo brolese.

Al 13’ la formazione locale, confermando il felice impatto sulla partita, passa meritatamente in vantaggio. Tutto comincia da un errore di Svezia in fase di disimpegno, ne approfitta Spinella che ruba palla e si invola verso l’area avversaria. A Svezia non resta così altro da fare, per evitare che gli avversari concludano a rete, di atterrare Spinella al limite dell’area e concedere una punizione pericolosissima. Batte Spinella che angola con precisione alla destra del portiere, il quale però è molto bravo a tuffarsi prodigiosamente, smanacciando in calcio d’angolo. Sugli sviluppi del corner la Futura Brolo va a segno: batte ancora Spinella, la difesa del San Piero non riesce a intervenire, e così la palla attraversa tutta l’area di rigore, irrompe con perfetta scelta di tempo Letizia che, indisturbato, mette in rete da facile posizione. L’esultanza del difensore della Futura è di quelle che non si dimenticano, commovente e spontanea: corre felice insieme ai suoi compagni e manda un bacio pieno di significati verso il cartellone in cui c’è scritto, a lettere cubitali “Sei con noi, dentro di noi,ogni giorno. Ciao Paolo.”  La dedica è tutta per lui, Paolo Gullà, lo splendido ragazzo che nessuno dei suoi amici dimenticherà mai, perché in fondo Paolo vive dentro i cuori di tutti loro.

L’Iniziativa sembra accusare il colpo, mentre la Futura, galvanizzata dal gol, continua a creare occasioni, aiutata dalla buona giornata dei tre attaccanti che mettono in netta difficoltà la difesa avversaria, dimostratasi un po’ lenta e poco solida. Tuttavia il raddoppio non si materializza, anche a causa del poco cinismo degli stessi attaccanti. Il funambolico Gioitta, dotato di una tecnica sopraffina, salta più volte il suo diretto avversario, ma si dimostra spesso egoista, tendendo a tenere troppo palla e a intestardirsi in dribbling continui e poco efficaci, senza servire i suoi compagni. Tuccio semina il panico con le sue improvvise accelerazioni ma, al contrario del suo compagno di reparto, è troppo altruista e non conclude mai a rete. Così l’unico veramente pericoloso è Spinella che, con diversi tiri angolati a precisi, impegna seriamente l’estremo difensore dell’Iniziativa Sergio Svezia, autore di una prestazione sicuramente positiva.

Nel secondo tempo, dopo l’infortunio accaduto  a Letizia, che deve lasciare il campo in barella, l’Iniziativa cambia marcia e, guidato da Genes, il migliore dei suoi, innesca una prepotente reazione. La Futura vista all’inizio del secondo tempo è, invece, la brutta copia di quella frizzante e sbarazzina del primo tempo.

Al 54’ arriva il pareggio: Vitale atterra ingenuamente Genes in area di rigore, l’arbitro indica il dischetto. Dagli undici metri si presenta per la terza volta consecutiva Svezia, dopo i due rigori realizzati nelle prime due giornate, e trasforma optando per una soluzione secca, potente e centrale, che non lascia scampo a Domianello.

A poco a poco la partita comincia a farsi nervosa. A fine partita saranno molti i giocatori annotati dall’arbitro sul suo taccuino, per gioco scorretto o per proteste. E, oltre ai tanti cartellini gialli, spicca l’espulsione di Masi, che potrebbe dare una svolta decisiva a tutto vantaggio della formazione sampietrina. Ma inaspettatamente avviene il contrario.

Infatti al 78’, sugli sviluppi di una punizione, Spinella, con una beffarda traiettoria, mette la palla in area, interviene goffamente Giuttari. L’arbitro vede un suo tocco di mani che forse non c’è, e indica per la seconda volta il dischetto. Si incarica della trasformazione Spinella che, con un tiro perfetto e angolatissimo,trafigge l’incolpevole Sergio Svezia.

L’ Iniziativa avrebbe ancora tempo per recuperare ma la partita, fattasi sempre più spigolosa e fallosa col passare dei minuti, non ha più niente di rilevante da registrare, se non una buona occasione su punizione per Maiorana, subentrato nel finale al posto dello spaesato e poco servito Cannizzo. Ma il tiro del fantasista dell’Iniziativa è debole e fiacco, e non impensierisce Domianello.

Alla fine la Futura fa festa, e può anche festeggiare il primato solitario in classifica, in seguito alla notizia del pareggio del Sinagra a Oliveri.  Il San Piero, invece, si deve rammaricare, per non aver sfruttato affatto la superiorità numerica, e per aver anzi perso in modo sciagurato, dopo aver accarezzato l’idea di una vittoria fuori casa in un campo, quello di Brolo, che quest’ anno sarà difficile da espugnare per tutti.

 

Le pagelle di Andrea Gaudio e Marco Adornetto

 

FUTURA BROLO

DOMIANELLO 6,5  Dimostra tanta sicurezza, soprattutto nelle uscite alte

TRISCARI 6,5 Dà vita a un bellissimo duello con l'avversario di fascia Biondo, vincendolo ai punti.

LETIZIA 7 Fin quando si fa male si dimostra il migliore in campo. Autoritario e puntuale nei contrasti, sfrutta anche una disattenzione avversaria per segnare con l'istinto di un vero attaccante il gol del momentaneo vantaggio

(dal 46’ VITALE 5,5  Entra al posto di Letizia e dopo pochi minuti commette un fallo da rigore. Riesce a scuotersi nel finale sotto, sbrogliando un paio di situazioni difficili)
 

SCAFFIDI 6 Puntuale in fase aerea e di rottura del gioco avversario. In fase di impostazione c'è qualcosa da rivedere 

CONDIPODERO B  6  Solita partita generosa, fatta di sovrapposizioni e sacrificio. Qualche volta tiene troppo palla in fase di impostazione rischiando qualcosa.

MASI 5.5 Apparso in ritardo di condizione, cerca di ovviare a questo deficit con il cuore e la grinta di un vero capitano. La troppa foga nel secondo tempo lo porta all'espulsione che poteva costare cara ai compagni di squadra

FAZIO 5,5 Ci aveva abituato a ben altre prestazioni. Soffre i fraseggi dei centrocampisti avversari e non riesce mai a superare l'uomo e a proporsi come nelle partite precedenti

Faustino 5  Mediocre la sua partita e priva di spunti

GIOITTA 6 Tecnica notevole e agilità sono le sue doti migliori e quando le sfrutta, soprattutto nei primi 20' di gioco, fa ammattire i difensori avversari. Si intestardisce in qualche dribbling di troppo,perdendo la possibilità di servire qualche suo compagno piazzato meglio

SPINELLA 7 Parte come attaccante e finisce come centrocampista. Anche lui sbaglia qualche appoggio, soprattutto nella fase finale dell'azione offensiva, ma è sicuramente il più pericoloso dei suoi. Segna, con un rigore perfetto, il gol-partita che porta i suoi compagni in testa alla classifica

TUCCIO 6,5  Quando parte e ha campo libero è imprendibile. Colpisce anche lo spirito di sacrificio e di squadra che mostra quando ripiega in difesa per dare una mano. Conclude molto poco a rete


All. RICCIARDELLO 6  Anche senza il bel gioco si trova primo in classifica.

 

INIZIATIVA SAN PIERO PATTI

 

SERGIO SVEZIA 6,5  Incolpevole sui due gol avversari,si guadagna la  pagnotta con una splendida parata su una punizione di Spinella nel primo tempo

CALDERONE 5,5 Partita di contenimento. Non spinge quasi mai occupandosi solo di difendere 

GIUTTARI 6 Ordinato e preciso fino al momento del dubbio rigore fischiato dall’arbitro. Da quel momento si innervosisce non riuscendo più a offrire la giusta copertura in difesa

COTTONE 6: Nessuna sbavatura. Riesce sempre a spazzare via le offensive avversarie

FERLAZZO 6 Partita diligente del laterale mancino, che se la cava tutto sommato bene

LEONALDI 5  Parte sottotono, cresce alla distanza, ma in sostanza non riesce mai a creare veri e propri pericoli alla difesa avversaria

STEFANO SVEZIA 5,5  Si batte come un dannato nonostante qualche acciacco fisico, ma compie diversi errori in fase d’impostazione, e non è preciso e puntuale come al solito.

SANTANGELO 6  Faro in mezzo al campo. A differenza del collega di reparto Svezia fa di più in fase di contenimento

BIONDO 5,5  Molto scostante. Solo in poche occasione supera il suo diretto avversario Triscari

CANNIZZO 5,5 Completamente isolato in attacco, e con pochi rifornimenti utili, cerca di mettersi al servizio della squadra arretrando il suo raggio d'azione fino a centrocampo,ma non riesce mai ad impensierire la retroguardia avversaria

GENES 6,5 Il migliore dei suoi. Cerca sempre di mettere in apprensione gli avversari tagliando su tutto il fronte d'attacco. Si procura anche il rigore del pareggio

All. TODARO 6  La sua squadra dà piccoli segnali di miglioramento, ma non riesce a portare a casa nemmeno un punto.

 

Arbitro  ARTALE 5,5  Permangono molti dubbi sulla concessione del primo, e soprattutto del secondo rigore.

 

{/xtypo_rounded2}

 

primi sui motori con e-max.it

Risultati Prima D

Classifica Prima D

# Squadra G PT
1 Valdinisi 26 70
2 A. Messina 26 62
3 Calatabiano 26 54
4 Pro Mende 26 41
5 Juvenilia 26 37
6 Zafferana 26 31
7 Monforte 26 28
8 Saponara 26 28
9 Duilia 81 26 28
10 S. Domen. 26 28
11 S. Alessio 26 27
12 Nike Giard. 26 26
13 Randazzo 26 24
14 Or.Sa. 26 22

Prossimo Turno Prima D

Statistiche

gol-pallone-in-rete.jpg