SCEGLI IL CAMPIONATO

CookiesAccept

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Calcio I Cat.: Il Furci torna alla vittoria col Messina Sud

{xtypo_rounded2}

 

Calcio I Cat.: Il Furci torna alla vittoria col Messina Sud

21/10/2012 11:43

Torna alla vittoria in trasferta l’Asd Furci che si riscatta dalla sconfitta interna della settimana scorsa con il Ghibellina battendo sul proprio terreno il Messina Sud in una gara poco spettacolare nel complesso e costellata da errori e fasi concitate dovute a qualche decisione discussa dell’arbitro Trovato. In vantaggio dopo pochi minuti con Galletta, che capitalizza un regalo di Freni dopo una prima conclusione di Principato, la squadra di Ciatto si è un po’ seduta, concludendo comunque la prima frazione mantenendo il vantaggio senza troppi scossoni e qualche occasione mancata. Ripresa più convinta dei furcesi che già dopo sei minuti hanno messo a segno altre due reti, Autogol di Utano e rete di Galletta, per poi però rilassarsi un tantino di troppo e concedere un rigore trasformato da Capitti; la rete su punizione di Principato ristabilisce le distanze. Sul 3 a 1 il Furci però abbassa la guardia facendosi colpire ancora da Cutaia e subendo un tantino troppo il ritorno dei padroni di casa nel finale. E’ comunque arrivato il bottino pieno che il Furci cercava per rilanciarsi in classifica in attesa del tour de force che la vedrà impegnata nei derby con le ioniche che inizierà con l’impegno casalingo con il Letojanni mercoledì prossimo, con la sesta giornata che slitterà per la tornata elettorale delle Regionali. Poi i confronti con Taormina, Nizza e Gaggi ci diranno di più sulla reale consistenza della squadra di Ciatto e Frazzica che devono trovare il modo di far subire meno reti alla propria squadra che ha il primo attacco del girone D con 16 gol realizzati ma già 9 subiti in cinque giornate.

PRIMO TEMPOESPLODE GALLETTA POI IL FURCI SI SIEDE SUL VANTAGGIO
Dopo una settimana difficile per il Furci è il terreno di Bisconte l’inospitale teatro che deve ospitare la voglia di riscatto dei furcesi al cospetto della giovane formazione del Messina Sud, comunque lontana parente della corazzata della scorsa stagione. Nel 4-3-1-2 schierato da Ciatto trovano posto Proteggente e Fleri nel quartetto difensivo, mentre tornano dal primo minuto a centrocampo Cristian Cutroneo e Sergio Maimone, con Beccaria dietro le punte Galletta e Principato. Gara nella quale il fattore psicologico giocherà un ruolo importante per i furcesi che si mette subito sui binari giusti quando al quarto minuto è Freni a cercare una leziosità di troppo su Principato che ruba palla e si invola verso Papale che gli respinge il primo tiro, ma deve inchinarsi alla seconda conclusione di Galletta che sigla il vantaggio per gli ospiti. Il Furci dimostra di avere le membra sciolte e la testa ormai sgombra dalla sconfitta della settimana prima e all’11’ sfiora ancora il gol con Beccaria su punizione, con Papale che dimostra grandi riflessi sul rimbalzo del pallone al contatto con l’improponibile terreno del Bisconte. Due minuti ed è ancora Papale a rintuzzare il tiro di Beccaria e a Principato non riesce di incornare in rete sulla respinta.
A questo punto il Furci si siede un tantino fronteggiando gli avversari a centrocampo, ma senza pungere, e viene fuori qualche pericolo per la propria difesa: al 26’ è Cutaia a trovare un ampio canale di sfogo sulla sua destra che lo porta al limite d’area, la sua conclusione e fuori misura ma si trasforma in un assist dalla parte opposta dove però l’accorrente Bonfiglio non sa fare di meglio che consegnare la sfera a Barbera. Al 32’ ancora una punizione al limite per il Messina Sud per fallo su Capitti, ma la conclusione finisce fuori.
Grossa palla gol per il Furci invece al 35’, quando è Alessio Tomasello a conquistare palla con caparbietà nella sua metà campo e servire Beccaria che pesca l’inserimento di Maimone dalla parte opposta che, stretto fra difensore e portiere in uscita calcia fuori di un metro il due a zero. L’arbitro concede l’angolo nonostante il gesto di fair play di Maimone che smentisce il direttore di gara, ed è così Beccaria a calciare volontariamente fuori il corner fra gli applausi dei messinesi.
Vicino al pareggio il Messina Sud al 38’, quando un passaggio filtrante libera Capitti in area fra due difensori, ma la conclusione del numero sette giallo rosso è solo un passaggio a Barbera e il Furci va al risposo mantenendo il vantaggio.

SECONDO TEMPO: IL FURCI ARROTONDA IL RISULTATO MA CONCEDE TROPPO NELFINALE
Nella ripresa il tecnico Mancuso, fuori per squalifica, mette dentro la punta Vlad al posto di Bonfiglio per dare più incisività al proprio attacco, ma al secondo minuto è invece Beccaria a testare le capacità di Papale su punizione e sull’angolo seguente alla deviazione del portiere è Utano ad andare in apprensione e, nel tentativo di deviare ancora in angolo il cross teso, mette di testa all’incrocio dei pali della propria porta.
Il doppio svantaggio scuote decisamente i messinesi che ora cercano costantemente il nuovo entrato Vlade che dalla sinistra cerca di portare scompiglio nell’are a ospite: arriva il primo lavoro per Barbera che per due volte deve rintuzzare gli attacchi uscendo sugli avversari. Il copione sembra ormai stabilito, ma ci sta che scoprendosi la squadra di casa regala campo agli avanti avversari che al 6’ minuto approfittano della scopertura difensiva, quando è Principato a servire in avanti Galletta che prende in controtempo Papale con un improvviso rasoterra che lascia il portiere immobile.
Ora il Mesina Sud attacca a testa bassa ed il 10’ quando sugli sviluppi di una punizone è Utano ad avere l’occasione di riscattarsi dall’autogol, ma il difensore si fa trovare in fuorigioco sulla torre del compagno; conclusione di testa comunque spedita alta sopra la traversa.
Con il risultato in tasca il Furci abbassa un po’ troppo la guardia e al 14’ à Capitti a procurarsi e trasformare un calcio di rigore portando la sua squadra ad una sola lunghezza dagli avversari. Fortuna che due minuti dopo è Principato a ristabilire le distanze trasformando un calcio di punizione dalla sinistra concessa per un fallo su Cutroneo, la sua parabola da venticinque metri circa si insacca a fil di palo alle spalle di Papale, comunque non esente da colpe.
Nell’occasione Cutroneo si infortuna e Burgio deve prendere il suo posto nel centrocampo furcese. Ma qualcosa non funziona più da qualche minuto nell’atteggiamento del Furci che ora è troppo remissivo nei confronti degli avversari che accorciano ancora le distanze al 19’: il lancio in diagonale di Vita pesca sulla destra Cutaia che trafigge Berbara con un rasoterra a incorciare.
Ora controffensiva del Messina Sud ha preso ancora più corpo e al 29’: è davvero questione di centimetri il mancato appuntamento di Ghartey con il gol, ma sull’angolo ben calibrato in area il numero nove spedisce alto di testa da pochi passi.
Un minuto dopo è Principato a far vedere che il Furci c’è e sa rendersi pericoloso, ma la sua galoppata finisce con una conclusione respinta da Papale. La metamorfosi del Furci in fase di contenimento è però alquanto inspiegabile e ora sono i mesinesi ad arrembare dalle parti di Barbera: al 33’ una punizione da lontano viene deviata in angolo dalla difesa e sul successivo cross l’incornata di Ghartey G viene respinta sulla linea da un difensore.
Qualcosa va cambiato e Ciatto decide di inserire forze nuove nel reparto offensivo, inserendo il velocista Pagano al posto di Galletta per dare più profondità alle ripartente furcesi. Ma è ancora il Messina Sud a fare la partita e al 35’ è ancora Capitti vicino al gol, quando su un cross dalla destra si trova tutto solo sulla destra e spara alto proprio mentre l’arbitro fischia la sua posizione di off side.
Ultimo brivido sulla schiena dei furcesi al 41’, quando è Vlad a procurarsi una punizione dal limite: la parabola disegnata da Vita scavalca la barriera con Barbera immobile, ma il pallone sfiora soltanto il palo e si spegne sul fondo.
Ormai c’è tempo solo per l’ultimo cambio di Ciatto che mette Carpillo al posto di Principato in avanti. E sono proprio i due nuovi entrati a confezionare l’ultima azione pericolosa della gara: è Pagano a sfondare in velocità sulla sinistra e mettere al centro un pallone per Carpillo che però arriva un po’ in ritardo all’appuntamento con il suo terzo gol stagionale. Nei quattro minuti di recupero nulla di rilevante più accade se non l’invettiva dei sostenitori di casa contro l’arbitro Trovato, che si è dimostrato approssimativo in molte decisione di gioco, pur non influendo sul risultato finale.

Vittoria comunque meritata per il Furci che ha dimostrato di sapersi riprendere dai momenti difficili, e la vittoria è stata anche abbastanza netta, nonostante il visibile, ma non ripetibile, calo agonistico quando il risultato è diventato rotondo, dando l’impressione di una eccessiva sofferenza della squadra in un momento in cui bastava controllare il pallone, addormentare la gara o magari solo aspettare l’avversario per poi colpirlo in contropiede. C’è comunque il tempo per liberare il campo da eventuali incertezze in vista del derby tour che attende il Furci, con in prospettiva il reintegro in campo di giocatori importanti in chiave difensiva come Coledi e Marco Tomasello, quest’ultimo al rientro dopo un periodo di stop per problemi fisici. Dover segnare quattro gol per conseguire una vittoria non è certo una prospettiva concretamente realizzabile contro compagini più attrezzate, e qualche soluzione in più nel reparto difensivo non guasterà di certo.
Appuntamento mercoledì 31 ottobre 2012 per il ritorno dopo tanti anni di uno dei derby più classici, come quello con il Letojanni del mister Ruggeri e dei tanti furcesi in rosa fra i bianco neri; una sfida che sicuramente non tradirà le attese e dalla quale scaturiranno spunti interessanti per il futuro del campionato delle due squadre.
Anche il Letojanni è reduce dalla sconfitta in casa proprio ad opera del Ghibellina (1-2) e il divario in classifica di soli tre punti dal Furci non può che dare linfa in chiave agonistica per un segnale importante su un prestigioso campo esterno. 
Tutto questo prossimamente al Luigi Papandrea di Furci Siculo.

TABELLINO
Reti: 4’e 51’ Galletta (Fu); 48’ Utano (Autorete); 59’ Capitti Rig. (Ghi); 61’ Principato (Fu); 63’ Cutaia (Ghi).
FORMAZIONI
Messina Sud: Papale, Utano, Tuzza, Cutaia, Aiello, Freni, Capitti, Ghartey G., Ghartey P., Vita, Bonfiglio. A disposizione: Inastasi, Pollina, Romano, Stroncone, Bertuccelli, Vlad, Leo. All.: Mancuso.
Asd Furci: Barbera, Proteggente, Tomasello A., Cerrito, Lo Re, Fleri, Maimone, Galletta, Principato, Beccaria, Cutroneo C. A disposizione: Crimi, Burgio, Pagano, Pino, Rally, Cutroneo F., Carpillo. All.: Ciatto
Arbitro: Trovato di Catania.

tratto da www.furcisiculo.net

logo_furci_siculo_sito

{/xtypo_rounded2}

 

primi sui motori con e-max.it

Statistiche

pallone 2.jpg