SCEGLI IL CAMPIONATO

CookiesAccept

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Calcio I Categoria: Aci Sant'Antonio 2 - Jonica F.C. 0

{xtypo_rounded2}

Calcio I Categoria: Aci Sant'Antonio 2 - Jonica F.C. 0

22/09/2013 11:54

ACI SANTANTONIO – Esordio amaro per gli jonici sul terreno di gioco dell’Aci Sant’Anontio nella prima di andata del Girone E di I Categoria. La squadra di Filoramo ci mette un po per acclimatarsi e prendere le misure dell’avversario sull’erbetta acese e paga oltremodo l’inizio un po molle andando in svantaggio già al secondo minuto per opera di Cassoni che approfitta di una indecisione difensiva. Decisa e compatta la squadra di Nastasi che riesce a limitare in avanti Briguglio, salvandosi in alcune occasioni, per poi portarsi sul due a zero grazie all’ottimo spunto di Grasso che in area riesce ad anticipare tutti e insaccare il doppio vantaggio al 40’. Vistoso il calo fisico della squadra di casa nella ripresa con la Jonica che gioca prevalentemente in attacco ma non riesce a trovare la segnatura che potrebbe riaprire la gara; complice anche una svista arbitrale a metà ripresa che nega un evidentissimo rigore su Briguglio.

PRIMO TEMPO
Filoramo scioglie alcuni nodi in formazione schierando Herasymenko in difesa con Tomasello e Feliciotto, Biella e il giovane Leo sono gli esterni con Agnone, Lele Briguglio e Lombardo a centrocampo, Spadaro e Ivan Briguglio in avanti; equilibrato 4-4-2 per mister Nastasi che può contare su Grasso e Cassoni che compongono un duo offensivo dalla considerevole forza d’urto.
Fischio d’inizio del signor Crupi che da il via alla stagione 2013-14 e subito Jionica in svantaggio: un lungo rilancio di Parisi dalla difesa coglie impreparata la retroguardia jonica, Feliciotto temporeggia un po troppo sul rimbalzo del pallone e Cassoni ne approfitta prendendo in controtempo il difensore superando poi con un preciso pallonetto Trimarchi. E’ il 2’ e le furie rosse mettono già il primo punto nello score della gara. Il gol a freddo complica la vita agli ospiti che però cinque minuti dopo hanno una buona opportunità in verticale con Briguglio che si presenta solo davanti a Silvestri ma viene chiuso da Parisi con un ottimo recupero difensivo.
Sul piano fisico sembra molto più decisa la squadra di casa che al 22’ potrebbe ancora segnare, ma l’arbitro ferma per un off side la progressione sulla destra di Cassoni che con un traversone dal fondo aveva trovato libero in area Grasso.
Due minuti dopo è ancora Cassoni a frasi pericoloso con una conclusione che sorvola la traversa.
Ci mette un po la Jonica a capire che tipi di agonismo deve mettere in campo e la 32’ è ancora Ivan Briguglio a mettere in apprensione la difesa santantonese ma la sua mezza girata al volo non trova lo specchio della porta. Lo trova invece Grasso al 35’ con un insidioso calcio piazzato, ma Trimarchi non si fa sorprendere deviando in angolo.
Ma proprio quando la Jonica sembra poter rialzare la testa arriva il due a zero: Zucchero trova spazio sulla destra nell’uno contro uno con Biella e mette al centro un cross che Grasso trasforma in oro; perfetto stop in anticipo sul diretto marcatore e tiro preciso sull’uscita del portiere che vale il raddoppio. Nuova spinta in basso per i segnali di risveglio mostrati dagli jonici che chiudono la frazione con un pericoloso tiro da fuori di Lombardo al 44’.

SECONDO TEMPO
Filoramo da una bella scrollata ai suoi nell’intervallo, Lele Briguglio deve lasciare il campo per problemi fisici e così Filoramo ridisegna la squadra mettendo Bartorilla in difesa spostando a centrocampo Herasymenko. E al rientro in campo la Jonica sembra un altra squadra rispetto alla prima parte di gara. Al 2’ minuto è il solito Ivan Briguglio a scivolare dietro la linea difensiva dei rossi, ma sulla sua conclusione a botta sicura è ancora la difesa a salvarsi respingendo il tiro diretto in rete. Al 5’ la seconda mossa tattica di Filoramo che mette Frazzica al posto di Biella giocandosi la carta delle tre punte. Pericoloso all’11’ è Spadaro che trova il tempo per la forte girata da dentro l’area, ma la risposta del portiere Silvestri è altrettanto reattiva e il suo ottimo intervento mantiene inviolata la sua porta. Con Frazziza a fare da punto di riferimento al centro dell’attacco Briguglio diventa la vera spina nel fianco della difesa santantonese ma al quarto d’ora fallisce calciando fuori dopo un ottimo inserimento dentro l’area. I rossi di casa accusano la stanchezza e non pungono più in avanti lasciando il pallino del gioco agli jonici che un minuto dopo chiamano agli staraordinari il difensore cetrale Parisi che mette in angolo un insidioso traversone; sulla battuta è ancora Spadare a cercare la conclusione diretta in porta, ma Silvestri riesce ancora smanacciare con un ottimo colpo di reni. 
Nastasi percepisce l’inversione di tendenza della gara e cerca di mettere forze nuove in campo inserendo Infantino al posto di Garrozzo e un minuto dopo anche Nicolosi al posto di Puglisi. Ogni espediente è buono per guadagnare tempo e le continue interruzioni per crampi indispettiscono la panchina della Jonica con il direttore di gara che non accetta il contraddittorio mandando anzi tempo negli spogliatoi nel contempo il mister Filoramo e il dirigente Saglimbene. Cassoni non ne ha più per il grande lavoro di ripiegamento e le offensive degli acesi sono sempre più rade con il solo Grasso a tenere sul chi va la difesa jonica.
Al 20’ è ancora Ivan Briguglio a scivolare dietro il sue diretto marcatore che lo stende platealmente in area con l’arbitro Crupi, che già aveva sorvolato su un dubbio intervento su Frazzica poco pirma, che addirittura ammonisce l’attaccante fra l’indignazione degli ospiti. Poteva essere l’episodio che avrebbe riaperto decisamente la gara e invece è ancora tutto da rifare per gli jonici e quando manca ancora una buona mezz’ora Rizzo prende il posto di Agnone nella Jonica e Risso quello di Grasso.
Il forcing ospite è quasi costante ma il gol non arriva, mentre si rischia grosso al 25’ quando Cassoni non riesce a mettere dentro un traversone teso sul secondo palo in una azione di contropiede. Sarà l’unico break favorevole alla squadra di casa del finale di gara che vede la Jonica sempre nella metà campo dell’Aci Sant’Antonio ma in maniera, purtroppo infruttuosa. Briguglio è ancora anticipato dalla difesa sulla prima della conclusione da posizione favorevolissima; nel corso dei sei minuti di recupero concessi dall’arbitro è ancora la Jonica a sfiorare la rete con Leo, per altro disturbato ai limiti del regolamento da un difensore, che viene fermato con una uscita disperata dall’ottimo portiere Silvestri.

Amarezza a fine gara per una partita dai due volti: approccio alla gara sbagliato e primo tempo quasi sempre in affanno, subendo due reti, la prima evitabile, con qualche pericolosa puntata offensiva non andata a buon fine; ripresa con l’inerzia della gara completamente capovolta e gli jonici quasi costantemente nella metà campo avversaria, con un buon fraseggio e diverse occasione che però non sono state concretizzate, un po’ per la bravura del portiere e della difesa avversari, un po’ per l’imprecisione negli ultimi sedici metri. Certo l’entusiasmo e gli sforzi che hanno accompagnato la nascita e la costruzione di questa compagine meritavano un esordio diverso, ma, per quanto ci sia ancora da lavorare nella varie fasi del gioco, sia in attacco che in difesa, va preso ciò che di buono si è visto nella seconda frazione, con una maggiore attenzione e più grinta in mezzo al campo, auspicando una maggiore precisione sotto porta in attesa del rientro dalla squalifica di Loria che, certamente, oggi avrebbe fatto molto comodo a Filoramo nell’economia della gara.

Aci San Antonio Calcio – Jonica FC 2-0 *_Marcatori:_ 2’ Cassone, 37’ Grasso
FORMAZIONI
Aci Sant’Antonio Calcio: Silvestri, Garozzo(70 Infantino), Riccobene, Zuccaro, Puglisi(80 Nicolosi), Parisi, Giuffrida,Iraci, Giustolisi, Grasso(84 Russo), Cassone. ALL.Nastasi
Jonica FC: Trimarchi, Herasymenko, Tomasello, Biella(46 Bartolilla), Filiciotto, Leo(50 Frazzica), I. Briguglio, Agnone(75 Rizzo), Lombardo, Briguglio E.,Spadaro. .ALL. Filomano
Arbitro: Crupi di Messina

tratto da www.furcisiculo.net

logo_furci_siculo_sito

{/xtypo_rounded2}

 

primi sui motori con e-max.it

Statistiche

pallone 2.jpg