SCEGLI IL CAMPIONATO

CookiesAccept

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Calcio I^ Categoria: Jonica FC 1 - Lineri Misterbianco 1

{xtypo_rounded2}

Calcio I^ Categoria: Jonica FC 1 - Lineri Misterbianco 1

28/09/2013 18:00

FURCI SICULO – Non va oltre il pari casalingo la Jonica, che dopo la sconfitta sul terreno di gioco di Aci Sant’Antonio non trova la prima vittoria stagionale nemmeno fra le mura amiche del “Luigi Papandrea” di Furci. Esordio casalingo attesissimo e sottolineato da un folto pubblico che si attendeva un risultato diverso in quella che doveva essere la “partita del riscatto” e invece è stata la partita della conferma che questo inizio di campionato non sorride alla compagine jonica e non solo sotto il profilo della benevolenza della dea bendata. 
Avvio ancora in salita della compagine guidata da Filoramo che paga salato ogni errore difensivo e anche oggi va sotto al 20’ quando Trimarchi sbaglia il tempo dell’uscita su un lungo traversone e si fa anticipare quasi al limite d’area da Russo che mette dentro a porta vuota. Dopo lo schiaffo del gol la reazione arriva e a fine ripresa è Frazzica a mettere dentro finalizzando un ottima azione condotta lungo la fascia destra da Agnone e Lombardo. L’inerzia della gara nella ripresa sembra dover condurre alla rimonta la Jonica, ma è invece il Lineri a sciupare una gigantesca occasione per tornare in vantaggio ancora su una distrazione difensiva, ma per fortuna Trimarchi ci mette una grossa pezza deviando con un ottima parata che riscatta in parte l’incertezza sul gol nel primo tempo. Nel finale Filoramo schiera il tridente ma il forcing si infrange sul muro del Lineri che concede solo il gran tiro dal limite del nuovo entrato Spadaro che al 35’ sfiora l’incrocio con Saitta battuto, ricalcando le difficoltà riscontrate anche nella gara scorsa nel perforare lo schieramento avversario chiuso a riccio. Un punto fuori casa non è bottino da disprezzare per la squadra di Insanguine, al secondo pari consecutivo, ma ben altro ci si aspetta da una squadra che del “vincere” deve fare la sua vocazione e non la sua maledizione.

PRIMO TEMPO
Cambia in tutti i reparti rispetto gli undici titolari della gara scorsa Filoramo che schiera dal primo minuto Bartorilla nella difesa a tre con Filiciotto e Tomasello, mettendo sulla mediana Herasymenko e Agnone spalleggiati da Lombardo e Leo sugli esterni, con Rizzo dietro le punte Frazzica e Briguglio. Ma l’inizio è ancora un po’ contratto e dopo un paio di angoli in cui il Lineri mette in apprensione la difesa della Jonica arriva al sesto il primo impegno per Trimarchi che deve tuffarsi per deviare il tiro dal limite di Tomaselli diretto verso l’incrocio sul primo palo. La risposta della Jonica arriva all’11 quando Leo conquista una punizione sulla tre quarti sinistra e Agnone mette in area un pallone invitante al quale Frazzica non riesce per poco a dare la forza e l’angolazione giusta. Il pallino del gioco è in mano alla compagine di casa mentre il Lineri attende con le due linee a quattro compatte; al 17’ Rizzo inventa un ottimo assist in verticale per Briguglio che solo in piena area si vede anticipato di un soffio dall’attento Saitta in uscita. La trama della Jonica sembra prendere consistenza con la gara che entra nel vivo, ma al 20’ arriva l’episodio che inverte l’ordine fattori: sul lungo traversone da sinistra di Tomaselli, Trimarchi si avventura in uscita ma arriva con un attimo di ritardo e per Tucci è semplice inviare il pallone in rete dal limite d’area.
L’ennesima mazzata per il morale della squadra di Filoramo che però metabolizza l’errore e riparte con orgoglio cercando di rimette subito sui giusti binari la gara che inizia, ancora una volta, in salita. Due minuti dopo è ancora Rizzo pescato in mezzo all’area ma l’arbitro vede un fuorigioco e ferma tutto. Al 24’ ancora Jonica pericolosa su corner, ma ancora Saitta riesce a evitare la rete. La pressione si fa veemente e quando non c’è sbocco in avanti si prova il tiro da fuori: velenosa la staffilata di Frazzica alla mezz’ora che impegna Saitta in una complicata parata di piede. Tenta la stessa soluzione cinque minuti dopo Rizzo, ma senza maggiore fortuna, con il pallone un metro fuori alla sinistra di Saitta.
Approssimativo al 37’ il rilancio con i piedi di Saitta verso un difensore che si fa trovare fuori posizione per intercettare il passaggio e per poco Frazzica non riesce ad approfittare de malinteso. La ionica spinge e vede premiata la sua costanza in vanti al 42’ quando è Agnone ad avviare l’azione nella propria metà campo e servire sulla destra Lombardo che va verso il fondo del campo e mette al centro per Frazzica che questa volta fredda Saitta insaccando il gol del pareggio.

SECONDO TEMPO
Dopo un inizio ancora in salita ora il trend della gara sembra dover propendere tutto a favore della squadra di casa già al 2’ un pallone perso banalmente da Saitta mette in condizione Ivan Briguglio di Battere a rete da posizione defilata, ma il tiro è debole e Saitta recupera facilmente la sfera. Due minuti dopo ancora Jonica vicina al vantaggio: su un calcio d’angolo da sinistra è ancora Frazzica a svettare di testa ma la sua girata finisce alta. Punizione da posizione invitante all’ottavo, ma Ivan Briguglio cerca la soluzione di forza mandando il pallone alto sopra la traversa. Al quarto d’ora della ripresa è ancora la squadra di casa a menare il can per l’aia quando è Frazzica a liberarsi sulla destra con un bel tocco e chiudere il triangolo con Rizzo, ma l’espertissimo Saitta capisce tutto ed esce fuori area di piede e interrompe il ben congegnato dialogo. Ancora l’attenta lettura del gioco del portiere ospite è protagonista al 22’, quando il numero uno del Lineri (classe 69 con un passato anche nel Messina) esce e blocca al limite d’area un assist verso Briguglio frutto di una grande cavalcata a sinistra del giovane Leo. 
Nonostante gli sforzi il pareggio non arriva e intorno alla mezz’ora Filoramo decide di provare la soluzione a tre punte: quindi dentro Spadaro e Lele Briguglio al posto di Rizzo e Agnone. Ma nemmeno il tempo di riassettarsi che al 35’ arriva la grande paura per la retroguardia della Jonica che si fa superare da un pallone che rimbalza verso Di Stefano il quale stoppa e si presenta a tu per tu con Trimarchi che questa volta compie una autentica prodezza sulla conclusione a botta sicura del numero 9 ospite, salvando i suoi da uno svantaggio che sarebbe stato difficile da rimontare. Nonostante il grosso rischio Filoramo non abbandona la prospettiva della vittoria e mette dentro anche Fazio al Posto di Bartorilla, con le consegne di sfondare sulla corsia esterna di sinistra, ma è mancato poco allo scadere del tempo regolamentare alla gran conclusione dal limite d’area destro di Spadaro perché il pallone si insaccasse all’incrocio dei pali; questione di centimetri. In pieno recupero e ancora Frazzica a girarsi dal limite e concludere a rete, ma Saitta è attento sulla conclusione in diagonale e blocca senza troppe apprensioni.

Questione di centimetri, di episodi di particolari che nel calcio, spesso, fanno tutta la differenza del mondo e che in questo momento frenano la compagine dei presidenti Saglimbene e Di Pasquale, costruita per vincere ma che inaspettatamente si ritrova ad affrontare una realtà a cui non era preparata. Non c’è nulla però di irreparabile, siamo solo alla seconda di andata ed è ancora lontano l’orizzonte sul quale si delinea il giudizio su questa squadra e la classifica è ancora li per essere scalata. Certo una analisi attenta e asettica va fatta dallo staff tecnico per porre gli accorgimenti necessari ad una squadra che propone gioco e non difetta nel carattere, ma deve tagliare drasticamente gli errori che, in queste prime giornate hanno condizionato e non poco l’economia delle gare disputate.
E il prossimo avversario è proprio uno di quelli con cui non puoi concederti nessuna distrazione e la trasferta di Gaggi si presenta subito come un immediato banco di prova dal quale bisogna uscire con un esito positivo, al cospetto di una compagine che è attualmente molto carica in virtù della vittoria esterna sul campo dello Sporting Club Giardini.

JONICA F.C. 1 – LINERI MISTERBIANCO 1
Reti: 20’ Tucci (Li), 42’ Frazzica (Jo).
FORMAZIONI
Jonica: Trimarchi, Bartorilla, Tomasello, Lombardo, Filiciotto, Leo, Briguglio I., Agnone, Rizzo, Frazzica, Herasymenko. A disposizione: Potenza, Tilenni, Briguglio E., Di Bella, Fazio, Sterrantino, Spadaro. Allenatore: Enzo Filoramo.
Lineri: Saitta, Centrò, Musumeci, Gallo, Marletta, Niciforo, Tucci, Tomaselli, Di Stefano, Russo, Fisichella. A disposizione: D’Agosta, Torrisi, Nicosia, Privitera, Cantarella, Barbagallo, Fichera.Allenatore: Francesco Insanguine.

tratto da www.furcisiculo.net

logo_furci_siculo_sito

{/xtypo_rounded2}

 

primi sui motori con e-max.it

Statistiche

palla-in-rete.jpg