SCEGLI IL CAMPIONATO

CookiesAccept

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Jonica- Russo Calcio 1-1

{xtypo_rounded2}


 

Calcio I^ Categoria. Jonica 1 - Russo S. Calcio 1

09/11/2013 19:32

FURCI SICULO – Ancora un pareggio per la Jonica che conferma la “maledizione” del Luigi Papandrea sul cui terreno ha raccolto solo pareggi senza riuscire mai a vincere. Ci ha messo il cuore e le gambe, la squadra di Filoramo, dopo la sconfitta esterna contro la Messina Sud, ma alla fine non sono bastate a invertire la tendenza negativa di questo inizio campionato che la vede in forte crisi di risultati e d’identità. Mai una squadra da lui allenata aveva fatto registrare una partenza così a rilento e molte delle certezze che erano date per scontate in fase di pre campionato stanno progressivamente svanendo con il passare delle giornate. L’ottavo posto in classifica è un piazzamento che inizia a preoccupare, perchè sono solo tre i punti che la separano dalla coda del Girone E con altre sette squadre che cercano di raggiungere posizioni più confortanti lontano dalla zona play-out. Bisogna trovare il passo giusto e, anche se la squadra oggi ha mostrato un piglio diverso ed ha giocato l’intera ripresa nella metà campo degli ospiti, sono ancora diversi i passi in avanti da fare per dare una sferzata netta e decisa ad un stagione sicuramente nata storta.
Certo è che oggi la Jonica ha poco o nulla da rimproverarsi per come ha affrontato questa gara dal punto di vista della voglia e della determinazione giocando l’intera seconda frazione nella metà campo avversaria, con la difesa che ha salvato due volte sulla linea il pallone del due a uno. Cosa che possiamo constatare andando a rivivere le fasi salienti della gara.

PRIMO TEMPO
Serve la prima vittoria in casa per uscire dal tunnel, e far valere il fattore campo deve cominciare ad essere il segnale della svolta. Filoramo in settimana ha cercato di serrare i ranghi di una truppa che non deve ancora sentirsi arrivata al punto di dover cedere le armi. Il test Russo Calcio, attualmente quinto a quota 12 punti, è probante dello stato di salute della squadro e il 3-4-3 schierato dimostra che l’obiettivo unico è vincere. Potenza difende la porta con Tomasello, Filiciotto e Leo il trio difensivo; centrocampo con Loria a destra, Agnone ed Herasymenko al centro e Di Bella a sinistra, tridente con dal primo minuto Spadaro e De Luca accanto al capitano Frazzica.
Pronti via, e già i buoni propositi ricevono un grosso scossone al 5’ minuto, quando la difesa della Jonica respinge un cross dalla destra e un rimpallo recapita il pallone poco fuori l’area al difensore D’Angelo che al volo trova il “tiro del sabato” e manda il pallone ad insaccarsi vicino all’incrocio della porta di Potenza che rimane di sasso. 
Ne segue qualche minuto in cui le solite ombre di quest’anno opprimo l’undici di casa, ma al 12’ è Spadaro, su calcio piazzato, che sfiora la traversa con Cisterna che tenta la deviazione. La Jonica cerca con rabbia il pareggio e al 15’ è De Luca che sfrutta un buon pallone sulla destra e dopo aver superato in velocità il suo marcatore entra in area e ruba il tempo anche a D’Angelo che lo stende: l’arbitro indica il dischetto del rigore e ammonisce il giocatore, ignorando la regola del vantaggio che avrebbe già dato il gol sul successivo tiro di Frazzica che aveva messo nel sette. E’ un momento di responsabilità e il capitano Frazzica si propone per farsene carico: portiere da una parte e pallone dall’altra e con il pareggio inizia un’altra partita. Più dura, spigolosa e Suman per due volte viene graziato dall’arbitro Testaio di Catania su due evidenti falli di reazione, prima su Leo poi su Agnone, cavandosela solo con un giallo.
Al 35’ ancora uno svarione del portiere ospite rischia di regalare il vantaggio alla Jonica, ma nessuna approfitta del doppio passaggio a vuoto di Cisterna che si salva ancora una volta.
Gli ultimi dieci minuti non fanno registrare altre situazioni pericolose per le difese.

SECONDO TEMPO
Nell’intervallo è tempo per riordinare le idee per condurre al meglio i quarantacinque minti che restano fino al novantesimo alla ricerca del vantaggio. E parte subito forte la Jonica con Herasymenko che dal centro taglia un pallone filtrante in area con Frazzica che manca lo stopo con la punta del piede di pochissimo; si sarebbe trovato in ottima posizione per il tiro. AL 9’ ancora una buona opportunità per la compagine di casa su calcio d’angolo, sembra l’azione fotocopia del vantaggio ospite: sul traversone doppia respinta della difesa e pallone che va fuori area verso Tomasello, che però non riesce a ripetere la prodezza balistica dell’avversario. Al 15’ è Cisterna che sbroglia una situazione che poteva farsi complicata, uscendo con ottima tempo in presa alta togliendo il cross dalla testa del solissimo De Luca.
La Jonica ora gioca stabilmente nella metà campo del Russo Calcio che cerca di tamponare, difendendosi con ordine e con tanti uomini dietro al linea della palla, le offensive avversarie. Ma al 20’ Loria, dalla linea laterale destra, trova lo spazio per servire in area Frazzica che non si accorge di essere solissimo e affretta il tiro al volo mandando al lato. Ivan Briguglio prende il posto di Spadaro poco dopo e la pregevole connessione in uno due con Frazzica viene interrotta da un difensore prima dell’ultimo passaggio.
Sono veramente sporadiche le puntate offensive degli ospiti e per registrare il primo tiro verso la porta di Potenza dobbiamo citare il 24’, quando è Messina a tentare una conclusione senza troppa convinzione che finisce alta sulla traversa. Un minuto dopo il tecnico Barbagallo toglie Suman, ancora graziato dall’arbitro per un fallaccio in mezzo al campo, e mette al suo posto Sapienza.
Al 26’ ancora una gigantesca occasione per la Jonica che mette in atto uno schema che libera davanti alla porta Briguglio: legnata da pochi passi a botta sicura con un difensore che ribatte sulla linea a portiere battuto.
Al 30’ la Jonica protesta per un fallo in attacco non concesso mentre Belfiore trova spazio a destra e conclude forte verso la porta, con il tiro che viene stoppato davanti alla porta dalla difesa. Primo cambio subito dopo per Filoramo che toglie Di Bella e mette al suo posto il più offensivo Fazio. E continua il forcing jonico finchè al 40’ è Loria a mettere da destra un cross teso e invitante sul quale Frazzica non arriva di testa per un capello.
Il Russo Calcio col passare dei minuti è sempre più chiuso a riccio per difendere il punticino che alla Jonica non basta e di spazi se ne trovano ormai pochissimi nonostante gli sforzi. E il segnale che comunque la fortuna non è ben disposta arriva al 45+3, quando Frazzica si vede ribattere il secondo pallone sulla linea di porta e sulla colossale mischia che si innesca un difensore riesce ad evitare il tap-in rinviando addirittura da terra. Tanto rumore per nulla e al triplice fischio non rimane ancora che tanto rammarico per un’altra possibile vittoria andata in fumo.

JONICA FC 1 – RISSO SEBASTIANO CALCIO 1
Reti: 5’ D’Angelo (Ru), 15’ Frazzica Rig. (Jo)
FORMAZIONI
Jonica: Potenza, Tomasello, Leo, Herasymenko, Filiciotto, Di Bella, Loria, Agnone, De Luca, Frazzica, Spadaro. A disposizione: Oliva, Bartorilla, Tilenni, Fazio, Briguglio, Santisi, Navarria. All. Filoramo.
Russo Calcio: Cisterna, Suman, Pappalardo, Messina, D’Angelo, Puglisi, Viscuso, D’Urso, Belfiore, Staiano, Tomarchio. A disposizione: Sgroi, Lemura, Licciardello, Buscema, Sapienza, Re, Falco. All. Barbagallo
Arbitro: Tastaio di Catania.

 

tratto da www.furcisiculo.net


http://www.furcisiculo.net" style="color: #0000cc; text-decoration: underline;">logo_furci_siculo_sito


 

{/xtypo_rounded2}

 

 

primi sui motori con e-max.it

Statistiche

pallone_calcio1_web--400x300.jpg