SCEGLI IL CAMPIONATO

CookiesAccept

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Tonfo della Jonica contro il Messina Sud

{xtypo_rounded2}

Calcio I Categoria. Tonfo della Jonica contro il Messina Sud

02/11/2013 23:29

FONTE: www.furcisiculo.net

Tonfo inaspettato della Jonica FC che in questo inizio di stagione proprio non riesce a trovare il bandolo di una matassa che si fa sempre più difficile da sciogliere. E sul terreno di gioco di Santa Margherita sono finite anche le attenuanti, non solo perché il Messina Sud era ultimo in classifica con un solo punto racimolato, ma soprattutto perché questa volta non ci si può appellare ne alle assenze, ne agli episodi sfavorevoli. La Jonica è stata artefice del suo destino, iniziando discretamente sciupando un paio di occasioni, ma finendo per sfaldarsi nel corso della gara, smarrendosi completamente una volta subito il vantaggio. L’unico episodio a cui si può appellare è un rigore netto non fischiato a Fazio che poteva dare il pareggio, ma è davvero difficile recriminare oggi, se non su se stessi. Una brutta sconfitta che non solo complica la classifica – il Messina Sud e il Santa Venerina ora sono ultime appaiate a 4 punti contro i 6 della Jonica che è terzultima in coabitazione con l’Aci Bonaccorsi – ma è una vera mazzata all’ego della squadra che ora deve cercare di ritrovare se stessa al più presto e dimostrare che non è questo il suo vero volto. Qualcosa o molto andrà rivisto e al tecnico Filoramo spetterà il difficile compito analitico.

PRIMO TEMPO
Dopo i tempi duri con l’infermeria piena Filoramo ha quasi tutti a disposizione (squalificato Leo, acciaccato Lele Briguglio) e sceglie come interpreti primari per il suo 3-5-2 Potenza in porta protetto da Tomasello, Santisi e Filiciotto; linea mediana che ha come fulcro Herasymenko, con Agone e Loria sulla sua destra e Lombardo e Di Bella sulla sinistra; Ivan Briguglio e Frazzica terminali offensivi.
Due minuti ed è Herasymenko a cercare la via della rete dal limite d’area ma a sua bordata viene intercettata da un difensore. Al 10’ la Jonica sfiora in vantaggio su calcio piazzato, quando Agnone sul versante destro mette al centro dove Frazzica stacca più di tutti ma nel tentativo di girare sul palo lungo manca il pallone a pochi passi dal suo omonimo che difende la porta del Messina Sud.
Si inserisce bene ancora Agnone sulla destra al 17’, attaccando bene la profondità, entrato in area calcia in diagonale ma il suo tiro accarezza il palo e si spegne fuori.
Una delle leggi del calcio è che se sbagli paghi, ma al 40’ la Jonica usufruisce di un rinvio a giudizio quando è Cutaia si produce in una percussione centrale, con un tocco si libera di mezza difesa ma a tu per tu con Potenza manda il suo pallonetto di poco sopra la traversa.
Da questo momento il Messina Sud prende coraggio, mentre qualcosa si incrina nella struttura di gioco della squadra di Filoramo, ma la prima frazione di gioco si conclude con poche azioni degne di nota e senza segnature.

SECONDO TEMPO
La ripresa si riapre sulla falsa riga del finale di primo tempo: Jonica a cercare di far gioco ma senza essere lucida quando c’è da tirare o fare l’ultimo passaggio. Si inizia così a forzare qualche lancio e proprio da un passaggio errato a centrocampo viene innescato il contropiede che costa lo svantaggio agli ospiti; velocissimo Cutaia a puntare verso la porta e poi porgere il pallone a Scopelliti che supera Potenza che gli si fa incontro con un preciso diagonale che tocca il palo e si insacca.
Filoramo è furibondo per la grossa ingenuità e mette mano alle sostituzioni, passando ad un modulo 3-4-3: Fazio prende il posto di Di Bella al 18’, Spadaro rileva Agnone al minuto 20, al 22’ sarà anche la volta di Sterrantino di prendere il posto di Lombardo. Argento cambia in contemporanea Pandolfino con Mangano. Ed è proprio uno dei nuovi entrati, Fazio, che al 23’ è lesto a incunearsi dalla destra fra le maglie della difesa del Messina Sud, giunto in area viene affrontato da un difensore che lo aggancia ad un piede… ma l’arbitro Contraffatto, che fino a quel momento aveva diretto ottimamente, vede una simulazione e ammonisce addirittura il giocatore.
L’episodio innervosisce ulteriormente la squadra ospite che ora attacca ma senza trovare i tempi e le geometrie giuste per impensierire i messinesi che si difendono a ranghi serrati e quando possono cercano di pungere in avanti: succede infatti che al 32’ è Scopelliti a battere una punizione che sorvola di pochissimo la traversa, con Potenza che sembrava fuori causa. Al 35’ cambia ancora il tecnico Argento con Lombardo che prende il posto di Scopelliti.
Ma la controffensiva della Jonica è più frutto dell’improvvisazione che dell’organizzazione e i lanci lunghi oltre la cortina difensiva sono tutti preda della retroguardia e del portiere. Pericolossissimo ancora il Messina Sud invece al 40’ quando Potenza devia un ottimo intervento un tiro in diagonale di Russo che avrebbe reso davvero cocente la sconfitta.
Nel finale la Jonica attacca a pieno organico ma anche gli ultimi attacchi della disperazione non sortiranno nessun effetto e il Messina Sud porterà a casa la prima vittoria in questo torneo. Un silenzio irreale, e non in tema con la ricorrenza, cala invece tra le fila degli ospiti che al triplice fischio realizzano quanto questa sconfitta bruci più delle altre.

MESSINA SUD 1 – FC JONICA 0
Reti: 59’ Scopelliti.
FORMAZIONI
Messina Sud: Frazzica, Billè, Maimone, Giacopello, Sidoti, Freni, Cutaia, Pandolfino, Scopelliti, Romeo, Santonocito. A disposizione: Cama, Mangano, Bruno, D’Angelo, Graziano, Maniaci, Lombardo. All. Argento.
FC Jonica: Potenza, Santisi, Tomasello, Loria, Filiciotto, Di Bella, Briguglio, Agnone, Lombardo, Frazzica, Herasymenko. A disposizione: Trimarchi, Bartorilla, Tilenni, Rizzo, Fazio, Sterrantino, Spadaro. All. Filoramo.
Arbitro: Cantrafatto di Catania.

tratto da www.furcisiculo.net

logo_furci_siculo_sito

{/xtypo_rounded2}

 

primi sui motori con e-max.it

Statistiche

pallone_calcio1_web--400x300.jpg