SCEGLI IL CAMPIONATO

CookiesAccept

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Torna a vincere la Jonica, 1-0 al Messina Sud

Jonica Messina SudFURCISICULO– Torna a vincere, meritatamente, la Jonica dopo la rocambolesca sconfitta della settimana scorsa contro l’Aci Bonaccorsi, anche se con il minimo scarto e in una gara in cui nessuna delle due squadre ha brillato per gioco e occasioni create. Sarà stato il caldo sole che ha squarciato le nuvole dopo una mattina grigia, o lo strascico della gara scorsa, fatto sta che l’avvio di gara è stato molto compassato da parte della Jonica che non riesce a perforare lo schieramento dei messinesi; graduale la crescita a metà tempo e poi l’occasione del rigore, conquistato dall’incursione di Fazio, che ha permesso a Ivan Briguglio di cancellare il passato e ravvivare il presente. In una ripresa non certo esaltante, la Jonica mancava per diverse volte nell’ultimo passaggio, ma era riuscita comunque raddoppiato con Cannata, puntuale nel raccogliere e insaccare a porta vuota la respinta del portiere sul diagonale di Fazio, ma l’arbitro ha rilevato un fuorigioco dell’attaccante che ha mandato su tutte le furie Filoramo. In un finale molto confuso il Messina Sud ci ha provato a insidiare la porta di Potenza, ma senza grosse occasioni se non all’esatto 90’, quando su una punizione scodellata in piena area Cutaia manca quell’aggancio al pallone che gli poteva consentire un pareggio degno di essere rivestito d’oro. Nel quadro globale è comunque una buona vittoria per la Jonica che ha attraversato un altra settimana travagliata con una rosa falcidiata da problemi di ogni genere. Il settimo posto a quota 27 punti rimane interlocutorio solo in attesa dei risultati di oggi, con le due squadre che occupano le posizioni sovrastanti, a un solo punto, l’Acicatena e il Russo Calcio, impegnate in trasferta con squadre che lottano per la salvezza; idem per l’Aci Bonaccorsi che gravita a pari merito con gli jonici. Le prossime settimane saranno dense di scontri cruciali, con la squadra di Filoramo che affronterà domenica a Riposto il Russo Sebastiano Calcio e poi attenderà in casa l’Acicatena, prima della sosta in cui si potranno fare i primi bilanci.

LACRONACA
Brucia ancora la sconfitta per uno a zero dell’andata e Filoramo deve al contempo cercare di digerire la sconfitta in terra acese maturata al novantaseiesimo. Confermati, per dieci undicesimi, gli uomini in formazione della sfortunata trasferta, con la sola eccezione di Bartorilla nella difesa a tre con Tomasello e Ivan Briguglio ancora costretto nel ruolo di centrale difensivo per le non perfette condizioni di Filiciotto; Fazio, Agnone, Lele Briguglio e Leo occupano la linea mediana, mentre confermato in toto il tridente con Puglisi, Cannata e Sterrantino.
Primo tempo.Il Messina Sud è in piena lotta per evitare i Play-out e non disdegnerebbe qualche punto nella trasferta furcese. Accorto e compatto lo schieramento di Argento non lascia spazi alla Jonica che in avvio stenta a trovare ritmo e soluzioni efficaci. Al 4’ si vede un buon fraseggio fra Fazio e Cannata, ma il tocco rifinitore è fuori misura e il pallone è irraggiungibile per l’attaccante. Cerca di sciogliere i muscoli la Jonica ma appare un po’ impacciata e lenta nel costruire la manovra. Al 13’ è Leo a conquistarsi una punizione sulla fascia di sua pertinenza ed è Briguglio ad incaricarsi della conclusione: tiro forte ma fuori misura, alto sopra il palo lontano. C’è grande densità a centrocampo e nessuna delle due squadre riesce a cavare il classico ragno dal buco: è quasi la mezz’ora quando Scopelliti prova ad approfittare di una palla rubata puntando verso l’area avversaria, ma la sua ripartenza è stata fermata con un intervento perentorio da Tomasello. E’ perfetta invece la verticalizzazione, due minuti dopo, che mette Fazio a tu pere tu con Malsano; tiro ribattuto d’istinto, ma Fazio si riavverta sul pallone e viene ingenuamente steso da un difensore: l’arbitro non esita un istante nell’indicare il dischetto del rigore. Soccorso Fazio, dolorante, poi è Ivan Briguglio il rigorista designato: portiere da una parte e pallone dall’altro e la Jonica è in vantaggio.
D’improvviso le tossine sembrano smaltite e poco dopo è Agnone ad essere atterrato fallosamente a circa venticinque metri dalla porta; è il raggio d’azione per Cannata che ha il piede caldo nelle ultime partite su queste conclusioni: tiro forte e arcuato che oltrepassa la barriera, ma il bel tuffo Maisano nega al giocatore il raddoppio. E’ ora più sciolta e consistente in attacco la squadra di Filoramo che al 35’ arriva ancora alla conclusione con Puglisi, che impegna ancora il portiere avversario in un difficile intervento. Due minuti dopo è Sterrantino ad essere anticipato in extremis al momento di entrare in area. Ma lo scarto minimo non consente distrazioni e sul finire di tempo il Messina Sud mette paura alla Jonica su un calcio piazzato da circa venticinque metri che chiama allo straordinario un attentissimo e reattivo Potenza che riesce a deviare in angolo la sfera.
Secondo tempo.Al rientro in campo Argento gioca la sua prima carta, mettendo dentro Romano con il numero tredici, ma è Fazio, dopo tre minuti, che trova una progressione irresistibile sulla sinistra e arriva alla conclusione; il tiro è deviato in tuffo da Maisano ma la sfera arriva all’accorrente Cannata che insacca a porta libera… ma l’arbitro annulla per un fuorigioco che manda in bestia il tecnico Filoramo. In questo avvio di ripresa Fazio risulta difficile da contenere dalla difesa ospite e non passa tanto che sulla stessa corsia trova il cross giusto per Cannata, che però sbaglia la conclusione a rete. Al 7’ è il Messina Sud che si affaccia dalle parti dell’area avversaria con Capitti che, appena entrato in area, si lascia cadere ma non inganna il direttore di gara che fa proseguire. Più viva nella ripresa la Jonica che vuole chiudere il risultato; buono il fraseggio con Puglisi e Sterrantino, ma il raddoppio non arriva ancora.
Al quarto d’ora Filoramo opera la prima sostituzione, mettendo in campo Restuccia al posto di Fazio; Argento risponderà qualche tempo dopo con l’inserimento di un altro giocatore offensivo: Cutaia. E al 27’ arriva un ottima occasione per il pareggio degli ospiti, quando Capitti si fa trovare libero sul cross dalla sinistra, ma il suo colpo di testa sfiora il palo e finisce fuori. Leo accusa un problema a un polpaccio e deve lasciare il campo a Lombardo, mentre la gara si avvia verso un finale un po’ arido di emozioni, ma in cui tutto è ancora possibile. Puglisi e Cannata mancano mancano un paio di volte nelle conclusioni a rete, mentre il Messina Sud cerca invano di perforare lo schieramento della Jonica che si è fatto un po’ più accorto nello scoprirsi. E’ l’ultimo minuto quando entra anche Filiciotto a rinfoltire i ranghi difensivi ma allo scoccare del 90’ è il Messian Sud che batte una punizione dalla tre quarti campo con Romano: il pallone è scodellato in verticale in piena area e Cutaia sembra aver rubato il tempo agli avversari, ma il suo aggancio con la punta del piede non gli permette di concludere a rete e l’occasione sfuma per il sollievo di Potenza e compagni, che avrebbero visto sfumare una vittoria non brillantissima, ma sicuramente meritata e rinfrancante, in attesa che Filoramo possa poter tornare a disporre di alcuni elementi cardine della rosa.

JONICA FC 1 –MESSINA SUD 0

Rete:29’ Ivan Briguglio.

FORMAZIONI
Jonica FC:Potenza, Bartorilla, Tomasello, Fazio, Briguglio E., Leo, Briguglio I., Agnone, Puglisi, Cannata, Sterrantino.A disposizione: Oliva, Filiciotto, Bercolli, Restuccia, Rizzo, Mento, Lombardo.All. Filoramo.
Messina Sud:Maisano, Billè, Maimone, Costanzo, Sidoti, Barbaro, Capitti, Giacopello, Scopelliti, Romeo, Santonocito.A disposizione: Romano, Aiello, Certorrino, Lombardo, Santoro, Cutaia.All. Argento.

Arbitro:Mirabella di Acireale.

tratto da www.furcisiculo.net

logo_furci_siculo_sito

 

primi sui motori con e-max.it

Statistiche

palla-in-rete.jpg