SCEGLI IL CAMPIONATO

Classifica Serie D

# Squadra G PTS
1 Bari 34 78
2 Turris 34 67
3 Marsala 34 53
4 Portici 34 50
5 Castrovillari 34 49
6 Troina 34 48
7 Cittanovese 34 47
8 Palmese 34 47
9 Acireale 34 47
10 Nocerina 34 47
11 Gela Calcio 34 44
12 Messina 34 43
13 Sancatald. 34 42
14 C. Messina 34 40
15 Locri 1909 34 39
16 Roccella 34 38
17 Rotonda Calcio 34 28
18 Igea 34 21

Risultati Serie D

CookiesAccept

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Un buon Città di Messina torna da Agrigento a mani vuote

{xtypo_rounded2}

Sconfitta onorevole sul campo della seconda della classe per la formazione guidata da Gaetano Di Maria. L’Akragas costruisce il successo nel primo tempo: protagonista Arena, che sigla il gol-vittoria al 23′ e si vede respingere un calcio di rigore da Fazzino pochi minuti dopo. Nella ripresa gara a lungo equilibrata: i padroni di casa creano ancora alcuni pericoli ma anche gli ospiti sfiorano il gol. Nonostante una prova nel complesso apprezzabile contro un ottimo avversario, il Città di Messina viene piegato di misura e rinvia ancora l’appuntamento con la vittoria. 

Non basta una prestazione positiva per strappare punti in casa dell’Akragas secondo in classifica. Il Città di Messina conferma di attraversare un periodo poco fortunato e viene battuto 1-0 dai più quotati avversari. Gara equilibrata in avvio, poi i padroni di casa accelerano e vanno in rete al 23′ con Arena, bravo ad avventarsi prima di tutti su un pallone vagante in area. Lo stesso attaccante agrigentino qualche minuto più tardi si fa ipnotizzare dal dischetto da Fazzino sprecando la chance per il 2-0. La partita rimane così viva e la formazione ospite nella ripresa sfiora subito il pari con Manfrè e poco dopo reclama un calcio di rigore per un intervento in area ai danni di Seck. Anche l’Akragas va vicino al gol nel secondo tempo ma un Fazzino in gran giornata tiene aperto il risultato. Ospiti generosi fino al triplice fischio, ma costretti ad incassare la sconfitta e a prolungare l’astinenza da successi che dura ormai da sei giornate.

Gli undici titolari del Città di Messina schierati da Di Maria contro l'AkragasLA CRONACA – Di Maria, privo degli squalificati Camarda e Bruno, vara un undici giovanissimo (media età leggermente superiore ai 20 anni) schierando contemporaneamente ben sei juniores. Squadra in campo con il 4-3-2-1: tra i pali torna Fazzino, confermata la linea difensiva composta da D’Angelo, Cammaroto, Nastasi e Cappello, a centrocampo Seck, Buscema e Trovato, sulla trequarti Bonamonte e Portovenero, Pino di punta. In panchina gli acciaccati Vella e Manfrè e i rientranti Munafò e Cucè. Nell’Akragas in campo dal primo minuto anche gli ex Assenzio e Saraniti.

Il Città di Messina si affaccia nell’area avversaria dopo pochi secondi: punizione da sinistra di Trovato e deviazione aerea di Bonamonte, che anticipa tutti ma spedisce sul fondo. Nei primi minuti di gara l’Akragas fatica ad avvicinarsi  dalle parti di Fazzino, altro ex dell’incontro: al 10′ va al tiro Arena ma il suo destro su invito di De Rossi termina alto. Al 13′ Saraniti viene anticipato in area da Nastasi e reclama il rigore per un presunto fallo di mani del difensore messinese. Lo stesso Saraniti al 15′ riesce a liberarsi bene sulla destra e serve un invitante pallone ad Arena, che arriva però sulla sfera con un attimo di ritardo. È un buon momento per i padroni di casa, che crescono alla distanza e al 20′ effettuano la prima conclusione verso lo specchio della porta: Fazzino neutralizza con sicurezza il tiro dal limite di Assenzio. Al 23′ l’acrobazia di Saraniti libera Bonaffini, che a pochi passi dalla linea manda clamorosamente a lato. Il gol è nell’aria e arriva al 23′: De Rossi mette in mezzo da destra, lamdifesa non intercetta e Arena non manca la deviazione ravvicinata portando in vantaggio i suoi. Il Città di Messina accusa il 
colpo e al 26′ l’arbitro punisce con il calcio di rigore un intervento in area, a suo giudizio falloso, di D’Angelo su Arena. Dal dischetto va lo stesso numero 10 di casa, il suo tiro è angolato ma Fazzino si distende bene sulla sua destra e devia in corner. Al 29′ ci riprova Assenzio: alto il suo colpo di testa su cross di Parisi. Gli ospiti, intanto, provano a riorganizzarsi e alla mezzora tornano a farsi vivi dalle parti del portiere avversario: Cappello combina con Trovato sulla sinistra e crossa al centro, dove Pino è anticipato tempestivamente da Valenti al momento della battuta. Al 39′ chance ben più importante per trovare il pari: ancora Cappello trova il fondo sulla sinistra ed effettua un traversone sul quale si avventa Seck, il cui colpo di testa si perde a pochi centimetri dal palo. Un minuto dopo Di Maria deve operare la sua prima sostituzione rimpiazzando l’infortunato Bonamonte con Manfrè. Al 43′ Bonaffini va in gol ma con il gioco già abbondantemente fermo per una precedente segnalazione del direttore di gara. Dopo un minuto di recupero, squadre negli spogliatoi con il punteggio sull’1-0.

La ripresa è vibrante in avvio e si apre con un’occasionissima per il Città di Messina: al 4′ il rilancio di Cammaroto diventa un assist per Manfrè, che riceve sulla destra e calcia in diagonale da buona posizione mandando però la sfera a lato. Scampato il pericolo, l’Akragas prova a chiudere la partita ma Fazzino al 6′ è attento e risponde con una bella parata alla botta di Bonaffini. Sul corner che segue, prima Buscema respinge sulla linea il tiro di Saraniti e poi ancora Fazzino si distende bene per negare il gol ad Assenzio. All’8′ dentro anche Vella per Pino, calciatore il cui cartellino è di proprietà dell’Akragas. Al 9′ punizione di Buscema e colpo di testa di Cammaroto, che non riesce però ad inquadrare lo specchio. All’11′ Seck viene spinto in maniera piuttosto evidente in area da Astarita ma il direttore di gara fischia un fallo a favore dei padroni di casa. Con il passare dei minuti il ritmo si abbassa e le occasioni diminuiscono. Al 25′ colpo di testa di Pellegrino sugli sviluppi di un corner e palla alta sulla 
traversa. Di Maria completa i cambi al 28′ mandando in campo Costa per Buscema. Al 33′ Assenzio ci riprova ma il suo colpo di testa su cross di De Rossi è leggermente impreciso. Dall’altra parte Vella calcia dalla distanza al 36′ ma non centra la porta. Al 37′ ancora un tentativo di Assenzio: il destro da fuori dell’ex capitano del Città di Messina si spegne sul fondo. Gli ospiti ci provano con generosità nei minuti finali ma non trovano il guizzo giusto. Nell’ultimo dei quattro minuti di recupero concessi dall’arbitro Vella scodella in area su calcio di punizione generando una mischia che la difesa di casa riesce però a sbrogliare. È l’ultima emozione dell’incontro, che si chiude con il risultato di 1-0. Il Città di Messina, nonostante una prestazione nel complesso positiva, vede allungarsi la striscia di gare consecutive senza vittoria, ora diventate sei, e resta al quintultimo posto in classifica. Domenica prossima confronto interno con il Torrecuso: non ci sarà Seck, che era diffidato e oggi è stato ammonito.

Il tabellino

Serie D, Girone I – 12ª giornata 
Stadio “Esseneto” di Agrigento, domenica 17 novembre 2013

Akragas - Città di Messina 1-0

Marcatore: 23′ pt Arena.

Akragas: Valenti, De Rossi, Parisi, Caci (26′ st Giuffrida), Vindigni, Astarita, Bonaffini (40′ st Savanarola), Pellegrino, Saraniti, Arena (24′ st D. Costa), Assenzio. In panchina: Zelletta, Fontana, Aprile, Paladino, Leanza, La Malfa.  Allenatore: Giuseppe Rigoli.

Città di Messina: Fazzino, D’Angelo, Cappello, Buscema (28′ st G. Costa), Cammaroto, Nastasi, Portovenero, Seck, Pino (8′ st Vella), Trovato, Bonamonte (40′ pt Manfrè). In panchina: Mannino, Busà, Brancato, Fragapane, Cucè, Munafò. Allenatore: Gaetano Di Maria.

Arbitro: Marcello Rossi della sezione di Novara.
Assistenti: Luigi Runza della sezione di Siracusa e Andrea Cultrera della sezione di Catania.

Ammoniti: 26′ pt D’Angelo (CdM), 5′ st Seck (CdM), 10′ st Parisi (A), 39′ st Giuffrida (A), 47′ st Vella (CdM), 48′ st Vindigni (A).
Espulsi: nessuno.

Recupero: 1′ pt, 4′ st.

tratto da http://www.cittadimessina.com

{/xtypo_rounded2}

 

primi sui motori con e-max.it

Statistiche

pallone.jpg