{xtypo_rounded2}

S. STEFANO – MISTRETTA  0 – 3

MARCATORI: al 8° Filetto, al 31° Giami, 41° Filetto

 

S. STEFANO: Catanzaro F. sto, Russo, Barberi, Re, Patti F. sco, Catanzaro F. sco, Cianciolo, Patti D., Giangardella, Leonardo, Patti A.

MISTRETTA: Maurizzi, Antoci, Lipari, Melidone, Lo Presti, Di Salvo, La Via, Tamburello, Giami, Paone, Filetto.

ARBITRO: Marco Paladino di PALERMO

S. STEFANO di CAMASTRA – Vergogna!!! Non c’è aggettivo migliore per iniziare il commento su una nuova disfatta della maggiore compagine calcistica stefanese, che dopo l’umiliante sconfitta sempre davanti ai propri sostenitori di qualche settimana addietro contro il Finale, adesso è toccato al Mistretta mortificare il blasone calcistico stefanese. Non ci sono più alibi, non esistono più giustificazioni per il modo con cui questa squadra si sta comportando in questo campionato, in quanto dal punto di vista di uomini non ha niente da invidiare a squadre che la precedono in classifica, ma purtroppo, non è mai riuscita ad avere un propria identità, con un gioco corale in grado di potere esaltare le caratteristiche di ogni suo componente. Si sperava che con l’arrivo del portiere Catanzaro F. sto (inattivo da qualche anno) e del centrocampista Re le cose potevano migliorare, ma purtroppo dopo qualche incoraggiante prestazione la situazione è nuovamente precipitata senza che nessuno muova un dito per cercare di salvare il salvabile. A prendere dei provvedimenti deve essere la società che dovrebbe fare sentire la propria voce, ma se non si hanno le capacità e le competenze il risultato che ne viene fuori è sotto gli occhi di tutti. La situazione  adesso si è fatta critica, in quanto la squadra fa acqua da tutte la parti e non riesce ad esprimersi neanche con la necessaria tranquillità, per cui prendersela con i giocatori e come sparare contro la Croce Rossa, ma le maggiori responsabilità di questo stato di cose sono da addebitare alla società, che si è dimostrata sprovveduta ad inizio stagione in sede di allestimento dell’organico, e si sta dimostrando incapace nel gestire la situazione attuale. Il dato di fatto che emerge da questo stato di cose è sotto gli occhi di tutti, se fino a qualche settimana addietro siamo stati a volte tolleranti nell’esprimere i nostri giudizi, adesso abbiamo toccato il fondo, e gli sportivi stefanesi non meritano di vedere certe prestazioni della propria squadra.  Quello che è successo nel derby contro il Mistretta ha dell’incredibile, in quanto una squadra che deve tirarsi fuori dalla difficile posizione di classifica in cui è precipitata, deve avere un approccio alla gara molto più determinato per cercare di far sua la partita, non può subire gli attacchi degli avversari ed andare sotto di tre reti dopo 45 minuti senza avere nella seconda parte della gara la forza di reagire. Per il Mistretta, pertanto,  è stato un gioco da ragazzi conquistare facilmente l’intera posta in palio, grazie alle prodezze del funambolico Filetto autore di una doppietta, ed una rete in velocità di Giami. Il Mistretta ringrazia, e si porta a casa questi importanti tre punti che le permettono ancora di sognare un posto nella griglia dei play off. Mentre il S. Stefano subisce senza battere ciglio, e guarda al proprio futuro offuscato da tante nubi.

Lucio Volo

{/xtypo_rounded2}

Pin It

Login Form

© 2019 Nebrodisport
Joomla Templates by JoomZilla.com
Back to Top