{jstyle_square_yellow}

Tusa: le due formazioni si incontravano per la terza volta nella loro  recente storia e per la terza volta ... è stato un pari. Partita combattuta e veloce che nessuna delle due squadre voleva perdere e, come se l'aria di derby di per se non bastasse a rendere elettrico il clima....

{/jstyle_square_yellow}

{jstyle_square_yellow}

PARNASSIUS - ARCONIDE TUSA  2-2

 Parnassius: Russo, Villanti (84° Grillo), Cacciato, Esposito, Negrone, Aurea, Patti D., Leonardo, Cesarino (74° Epifani), Farina (76° Catanzaro Fabio), Miragliotta.
 Arconide Tusa: Dongarrà, Casto F., Vitale N. (16° Castagna) (75° Prinzi), Lidestri, Miceli T., Cangelosi, Miceli A., Pecoraro, Patti M., Grillo (80° Tasca), Tudisca S.
Atteso derby sabato al Comunale di Santo Stefano di Camastra tra la Parnassius e l'Arconide Tusa: le due formazioni si incontravano per la terza volta nella loro  recente storia e per la terza volta ... è stato un pari. Partita combattuta e veloce che nessuna delle due squadre voleva perdere e, come se l'aria di derby di per se non bastasse a rendere elettrico il clima, c'era anche lo scontro tra i due fratelli Grillo, il più esperto Salvo nel Tusa e il minore Sebastiano nella Parnassius, oltre che la presenza nel Tusa dei fratelli Casto, Francesco Omar e Danilo entrambi cresciuti nelle giovanili della Parnassius. Sostanzialmente il pareggio è da considerare giusto per quello che hanno fatto vedere le due squadre in campo con i padroni di casa in vantaggio al 15° con Cesarino che, in sospetta posizione di fuorigioco, si presenta da solo davanti al portiere Dongarrà e lo batte; pareggio dei tusani al 21° con Salvo Grillo (proprio lui) che raccoglie una corta respinta di  Russo, locali nuovamente in  vantaggio  con Daniele Patti,  di testa sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Al 52° arriva il definitivo pareggio degli ospiti, ancora sugli sviluppi di un calcio d'angolo il pallone arriva all'appena entrato presidente-calciatore Rosario Prinzi detto Bomber (quarantasei primavere!!) che conferma la sua fama: tira,  sulla traiettoria c'è il colpo di testa di Miceli Antonio che infila il pallone in rete  2-2. In occassione del definitivo pari gli stefanesi hanno protestato perchè pretendevano che l'arbitro fermasse l'azione in quanto il portiere si  era scontrato con un proprio compagno ma l'arbitro è stato di diverso avviso. Al 70° i locali restano in dieci uomini per l'espulsione di Patti per somma di ammonizioni ma il risultato non cambia. Per la Parnassius è il secondo risultato utile consecutivo (una vittoria e un pareggio), mentre si allunga a quattro giornate la striscia dell'Arconide Tusa (due vittorie e due pareggi) che le permette di rimanere, così, nella zona play off della classifica. 

{/jstyle_square_yellow}

Pin It

Login Form

© 2019 Nebrodisport
Joomla Templates by JoomZilla.com
Back to Top