{xtypo_rounded2}

L’ASPRA SI PREPARA A FESTEGGIARE

Nell’anticipo di sabato la capolista bagherese ha confermato il suo buon momento di forma, nessuna sbavatura nei 90 minuti se non la rete dell’avversario il Cerda che si è portato subito in vantaggio rendendosi pericoloso solo un paio di volte.

Ben messi in campo i bagheresi privi di due pedine importanti Ingenio e Grigoli quest’ultimo per precauzione in panchina, sostituiti da Barba e Giordano.

La squadra di Lo Piparo dopo il gol subito è dovuta ricorrere al cambio, fuori Lo Monaco per infortunio dentro Barba (ottima la sua prova) passano circa 10 minuti e arriva la rete del pari con Giordano che sfrutta un lancio di Bracco la palla rallenta la sua corsa su una pozzanghera il portiere avversario viene saltato dall’astuto cecchino che deposita la sfera in rete.

Pari che suona da carica per gli ospiti, buona la gestione del centrocampo col capitano Persico che recupera e non butta via una palla e sarà proprio lui a portare in vantaggio la formazione bagherese.

Il rigore concesso dal sig Cino di Palermo al 40° è un tantino dubbio, Bracco riceve al limite dell’area una palla pennellata dal capitano la controlla col tacco ed entra in area dove viene spinto ma non cade giù, il direttore di gara si precipita sul dischetto e si elevano le proteste dei locali e del pubblico la gara riprende dopo 5 minuti con Persico che trasforma la massima punizione e porta in vantaggio l’Aspra.

A differenza di altre gare la squadra di Lo Piparo gestisce bene il macht insuperabile la difesa ospite con Militello che neutralizza un calcio di rigore e Lo Medico che è un vero trascinatore nel suo reparto dove sia Cacciatore da una parte e Leduisi dall’altra lo coaudiviano molto bene e domenica come abbiamo ricordato precedentemente Barba ha sfoderato una buona prova, da evidenziare il talentuoso Cavalluzzi che in piu di un occasione ha creato la superiorità numerica saltando gli avversari come birilli ma ancora da non dimenticare il lavoro dei gregari di centrocampo Quartuccio e Albanese pronti a mordere e recuperare palloni per mettere in condizioni ottimali gli avanti Bracco e Giordano.

Le ultime righe le dobbiamo dedicare alla terza marcatura dell’Aspra che come vi ricordiamo è stata messa a segno dal capitano Fabio Persico che riceve un cross dalla sinistra ed al volo a circa 4 metri dal limite dell’area di rigore si coordina bene e lascia partire un tiro che s’insacca in porta senza che nulla può fare l’estremo difensore locale. Una rete che se realizzata in serie A avrebbe fatto il giro di tutte le emittenti, noi ci limitiamo a ricordarla.

Una squadra che fino ad oggi non ha avuto avversari bravi a metterla in difficoltà può meritare la posizione di classifica che occupa.

 

Virgilio Scaduto

{/xtypo_rounded2}

Pin It

Login Form

© 2019 Nebrodisport
Joomla Templates by JoomZilla.com
Back to Top