SCEGLI IL CAMPIONATO

Risultati Terza Messina A

Classifica Terza Messina A

# Squadra G PTS
1 Casalvecchio 21 57
2 Cus Unime 20 44
3 Real Zancle 20 40
4 Real 21 33
5 Malfa 21 33
6 G.S. 20 32
7 Atletico 20 31
8 Atletico 20 31
9 S. Villafranca 20 20
10 Arci Grazia 20 17
11 Roccaguelfonia 20 17
12 Antillo 19 12
13 Scirocco 20 -1

CookiesAccept

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Asd Rocca-Atletico Messina: 0-3

{xtypo_rounded2}

pallone 103Nuova vittoria per l’Atletico Messina, che allunga a 6 la striscia di risultati positivi, iniziata con la vittoria sul Fiumedinisi. Un risultato finale (3-0) costruito interamente nel corso della seconda frazione di gioco. Nuovo successo quindi, per gli uomini di Giacobbe, sempre più vicini alla zona play-off. Un inizio di stagione poco promettente, non avrebbe mai potuto far pensare ad un prosieguo cosi entusiasmante. Sui 18 punti a disposizione, ne sono stati raccolti ben 16 in sei gare. Al netto della penalizzazione di un punto, la classifica dice 15.

La cronaca

Agli ordini del Sign. Caruso della sezione di Messina, le due squadre scendono in campo in orario perfetto. L’atletico in forte emergenza, deve fare a meno per infortunio o influenza ,di ben 9 elementi della rosa. Solo due giocatori (Tavani e Tripodo, tra l’altro non al meglio) accompagnano Giacobbe in panchina. Per forza di cose l’undici titolare ne risulta ampiamente rimaneggiato. Il confermato La fauci tra i pali, ha davanti a se una linea a 4 difensiva: a sinistra Insana, con Spinella e Mascaro sulla linea centrale. A destra trova spazio Francesco Vinci, con Milazzo spostato esterno di centrocampo. A completare la linea mediana, Scavello fa coppia con Galletta, mentre Nicocia mantiene la sua posizione larga a sinistra. Accanto a Bonanno, in avanti Emanuele Vinci. Di natura un mediano, per necessità è chiamato a sostenere l’azione offensiva. Anche per lui però, precarie condizioni fisiche, che porteranno mister Giacobbe ad adoperare delle modifiche tattiche a pochi minuti dall’inizio della gara. Padroni di casa in divisa blu scura, mentre ospiti con l’ormai consueta divisa dorata. Il forte vento, come in occasione della gara in quel di Monforte, condizionerà l’intero corso del match. Un Rocca in astinenza punti da ben 7 giornate, non può permettersi un nuovo passo falso, che ne comprometterebbe irreparabilmente il cammino. Prova a sfruttare il fattore campo, come spesso accade quando si affrontano trasferte nei piccoli paesi. Tenta di rinchiudere l’Atletico nella propria metà campo e a sprazzi sembra anche riuscirci. Gli ospiti, come accaduto nella trasferta sopra citata, si adattano al gioco avversario. Non avendo però alcuna torre li davanti, fanno fatica a reggere un gioco costruito per buona parte da lanci lunghi. Al contrario, la coppia difensiva Mascaro-Spinella, controlla bene i pochi pericoli derivanti da palla alta. Si fa fatica a commentare un primo tempo avaro di emozioni: se non fosse stato per due tentativi da calcio piazzato di Bonanno e Nicocia, i portieri sarebbero stati completamente assenti dal gioco. Partita per lo più tattica, con pochi spunti personali dei 22 in campo. Dobbiamo giungere al 41’ per avere la prima vera situazione degna di nota: Gringeri, numero 8 di casa, scalcia da dietro Nicocia. Il fallo di reazione, non può passare inosservato agli occhi del Sign. Caruso, che decide per il cartellino rosso. Il classe 90’ è chiamato quindi, alla doccia anticipata. Si prevede un secondo tempo più in salita per la Rocca.

Nella seconda frazione, l’Atletico parte subito forte e dopo pochi minuti guadagna un tiro dalla bandierina da sinistra. La traiettoria ad uscire del solito Nicocia, trova il lesto Milazzo. Il numero 11 ospite, è il più pronto di tutti a spingere dentro la sfera che vale il vantaggio. Goal che vale molto in chiave partita: spesso gare come quella a cui si è assistito nella prima frazione, inducono le due squadre ad “accontentarsi” del punto, cercando di non scoprirsi troppo. Una rete in apertura, con gli avversari in dieci, permette
all’Atletico di gestire in maniera più passiva il prosieguo della gara, aspettando che gli avversari si scoprano per colpire nuovamente. Mister Giacobbe decide, nonostante il raggiungimento del vantaggio, di apportare una modifica: Tripodo prende il posto di Francesco Vinci, con Milazzo riabbassato nei quattro difensori. Questo permette sicuramente più spinta offensiva agli ospiti, per nulla paghi del punteggio. Le incursioni di Tripodo da sinistra risultano essere parecchio pericolose. In una di queste, servito alla perfezione di Nicocia, trova solo l’intervento di Boscia a precludergli la rete. Sulla respinta però, è nuovamente Nicocia a colpire a rete. Dopo aver fatto iniziare l’azione, il 7 ospite raccoglie dunque la ribattuta del portiere e trova la rete che vale il raddoppio. Quando siamo giunti al 64’ il match sembra essere ormai ai titoli di coda. Non si ritiene possibile, per quanto visto in campo, un possibile goal della Rocca, che potrebbe rimettere in gioco i padroni di casa. Nove minuti più tardi è ancora Tripodo il protagonista: recupera palla a sinistra e si accentra. Trova l’inserimento di Scavello a destra, che solo va verso Boscia. L’impatto con il pallone è stato perfetto e forse anche per questo la sua conclusione si infrange sul palo. Sarebbe stato il primo goal stagionale per il classe 93’. Al 77’ è lo stesso Scavello a lasciare il posto a Tavani. L’autore della doppietta contro l’Itala, non era in ottime condizioni di salute, ma non ha voluto comunque mancare l’appuntamento.
C’è tempo per un ultimissima occasione, che vale il terzo goal ospite: ad illuminare è Nicocia, che con un grande lancio di esterno sinistro, libera l’incursione di Tripodo. A tu per tu con Boscia, il giovane centrocampista sceglie la conclusione forte sul primo palo, che gli vale la seconda rete in 7 giorni, dopo il gol all’Itala. Termina quindi con un nuovo successo la trasferta per l’Atletico Messina. Adesso sarà il Messinaudace a mettere in dubbio la prosecuzione della striscia positiva, ormai arrivata a 6 partite. Sembra non volersi più fermare la matricola Atletico: con questa sono due le trasferte con vittoria, a conferma della buona vena realizzativa complessiva dei ragazzi. Attendendo il rientro di alcuni dei giocatori fuori per infortunio, le considerazioni possono sicuramente essere positive. La classifica sorride sempre di più. Migliorarla il più possibile, l’obiettivo dei bianco-azzurri.


Il tabellino. Asd Rocca-Atletico Messina: 0-3

Marcatori: 47’ Milazzo, 64’Nicocia, 83’Tripodo

Ammoniti: Duca (R), Mascaro, Nicocia e Vinci E(At)

Espulsi: Gringeri(R)


Asd Rocca: Boscia, Duca(55’Antonuccio), Scibilia, Romanzo, Donia, Antonuccio (vk), Squadrito (53’Pino), Gringeri, Leone, Toscano(K), Bisazza(45’Mangano)

All. Nicola Saccà

Atletico Messina: La fauci, Insana, Vinci F(51’Tripodo), Galletta, Mascaro, Spinella, Nicocia(vk), Vinci E, Scavello (77’Tavani), Bonanno(K), Milazzo

All. Franco Giacobbe

Di Benedetto Bruschetta

{/xtypo_rounded2}

primi sui motori con e-max.it

Statistiche

pallone.jpg